martedì 26 febbraio 2013

Toro al Luna Park...



 
Avete fatto caso che ogni volta che si presenta l’occasione di fare il famigerato salto di qualità il Toro  cade? Una specie di Montagne Russe. Un continuo saliscendi che prima infiamma e poi  deprime i suoi tifosi con un‘altalena di emozioni che mette a dura prova la pazienza di chi da lustri, decenni, oserei dire secoli, non aspetta altro di festeggiare un periodo felice del proprio amato Toro senza temere di ripiombare nello sconforto subito dopo aver assaporato il piacere di una vittoria sofferta ma liberatoria come quella contro l’Atalanta. A proposito dei bergamaschi atalantini sembrerebbe un beffardo scherzo della sorte, il ripetersi di situazioni identiche quando sul nostro cammino si ripresentano i nerazzurri. All’andata ci ubriacammo di gol (ricordate quell’incredibile  5a1 inflitto agli uomini di Colantuono a Bergamo?) e la stampa e gli opinionisti televisivi ci colmarono di elogi e prospettarono un grande campionato per i granata. Anche il nostro Mister pensò che fosse giunto il momento di cominciare a vedere di alzare l’asticella e provare a pensare più in grande. Purtroppo la domenica successiva ci toccò di rimettere i piedi a terra subendo una brutta battuta d’arresto in casa con i rossoblu sardi. La storia si è ripetuta al ritorno con tutti quanti pronti a sostenere che il momento di guardare più in là di una salvezza certa fosse arrivato e già si parlava di parte sinistra della classifica ecc..ecc… Lo stesso Ventura, uomo di calcio navigato ed esperto, di solito prudente, avvertiva nell’aria quella voglia di migliorarsi che aveva preso un po’ tutti. Il Toro però deve fare, come al solito del resto, i conti con l’imponderabile che  questa volta ha assunto l’aspetto di un arbitro in linea con quelli che sistematicamente ci danneggiano e con un insolito protagonista negativo: Angelo Ogbonna!! Chi poteva immaginare un Ogbonna ancora così lontano dal giocatore abile a chiudere la strada verso la porta agli avversari, tanto da causare due calci di rigore e subire un cartellino rosso storico. Gli arbitri ci forniscono sempre grandi motivi per recriminare ma non devono essere alibi per noi. Le partite infatti vanno chiuse e anche ieri, con il risultato a nostro favore, abbiamo buttato via due o tre facili contropiedi per eccesso di sufficienza. Ventura insegni ai nostri attaccanti di non compiacersi troppo ed essere più cinici quando è ora di mettere un’ipoteca definitiva sull’esito della partita. Insegni anche che ormai in area gli attaccanti, quando vedono svanire la possibilità di segnare facile, allora cercano un qualsiasi contatto per cadere platealmente ed indurre all’errore il direttore di gara. Il difensore moderno deve sapere come affrontare queste situazioni poco sportive e i nostri forse non sono ancora preparati come testimoniano i dieci rigori assegnati contro di cui almeno sei sospetti (eufemismo).

Fulvio

lunedì 25 febbraio 2013

CAGLIARI - TORO : TOP & FLOP

Analisi del migliore e del peggiore nella rocambolesca sconfitta di ieri per 4-3!

TOP: sarò ripetitivo ma anche ieri Cerci è stato il migliore in campo. Appena Alessio comincia a giocare il toro si accende e infatti nel secondo tempo grazie al suo gol e alle sue giocate il toro va in vantaggio, peccato che lo stesso Cerci e le punte granata non trovino il gol del 1-3 che avrebbe chiuso la partita. Comunque nei TOP colloco anche la voglia dei giocatori granata che nonostante fossero in 9 hanno avuto la forza di trovare il gol del 3-3 vanificato soltanto dalla sfortuna !!

Voto :6,5

FLOP: prima volta nei flop per Angelo Ogbonna. Ieri la sua prestazione è stata veramente pessima; causa due rigori evitabili ( soprattuto il primo), spesso si fa trovare fuori posizione , e tutti gli avversari lo saltano con facilità. Ora tutti speriamo che questo sia a causa del lungo infortunio e non che  il giocatore abbia in testa dove andare a giugno!! Nessuno l'avrebbe mai detto ad inizio anno ma l'assenza di Rodriguez si sta facendo sentire!

Voto: 4

Pupi

domenica 24 febbraio 2013

Cagliari-Torino 4-3 le pagelle dei granata



Gillet 6 Quattro gol presi sono tanti ma lui non ci poteva fare nulla, addirittura per poco non parava il primo rigore incolpevole

Darmian 6 L'asse con Cerci sulla fascia di destra funziona bene, ma soffre nel finale e dalla sua parte vengono i pericoli maggiori

Glik 5,5 Partita luci e ombre per il polacco a volte sembra avere il controllo della situazione ma si dimentica di Conti in occasione del gol del 2-2, sfortunata la deviazione decisiva del 4-3 per i sardi

Ogbonna 4 Partita disastrosa, se il Cagliari si porta in vantaggio è per un suo atterramento inutile ai danni di Sau, fino ad allora il Cagliari non aveva fatto uun tiro in porta, non contento causa il secondo rigore ai danni di Pinilla facendosi espellere, saranno le sirene inglesi ?Cosa succede all'Angelo azzurro?

S Masiello 6 Frena come può le scorribande dei sardi, partita sufficiente in fase di copertura

Vives 5,5 Partita dedicata più a mordere le caviglie dei sardi che all'impostazione

Gazzi 6 Imposta più del compagno di reparto e vince parecchi duelli a centrocampo

Cerci 7 Primo tempo timido, mette il turbo nella ripresa mettendo in difficoltà i sardi che non lo prendono quasi mai sigla il gol del pareggio

Bianchi 6,5 Uno degli ultimi a mollare, col Toro in nove riesce a procurare il rigore del 3-3 e a trasformarlo

Barreto 5,5 Prova al di sotto della sufficienza, non riesce ad incidere sulla gara

Stevanovic 7 Prova davvero convincente, bravo in fase di spinta, prezioso in fase di copertura sigla il gol del 2-1 per i granata

Birsa 5 Non riesce ad entrare nel vivo della gara, mezz'ora del tutto anonima

Diop sv 

Menga sv

DFB

DIRETTA AUDIO DELLA PARTITA CAGLIARI-TORINO

Oggi Cultura Granata riproporrà la web cronaca audio in diretta della partita del nostro Toro.
Dato il successo ottenuto nelle prime occasioni riproporremo il nostro esperimento. Dalle visualizzazioni, dai commenti e dalle numerose mail abbiamo riscontrato un gradimento inaspettato. Innanzitutto un enorme "grazie" a voi che ci avete seguito e dato fiducia.
La voce sarà sempre quella del nostro commentatore-tifoso Luca Fiore e il link per ascoltare la partita sempre lo stesso.



Vi spiego come fare per ascoltarci:

- se ci seguite da Pc basta andare alla pagina : http://www.ustream.tv/channel/diretta-toro1  e sarà possibile ascoltarci. NON DOVREBBE ESSERE NECESSARIO SCARICARE ALCUN PROGRAMMA;

- sempre da Pc un'altra strada è quella di digitare Ustream su qualunque motore di ricerca aprire la home-page di Ustream ( ecco il link: http://www.ustream.tv/new )  e ricercare " DIRETTA_TORO" e verrete ridirezionati alla pagina di trasmissione;

- ultima ma non meno importante è la possibilità di seguirci tramite un cellulare che si connetta ad Internet tramite Wi-fi o 3G e che abbia Android, oppure da I-phone. E' necessario scaricare l'app di Ustream.

Come in occasione della nostra "prima volta" chiediamo la vostra indulgenza e collaborazione. Se avete delle osservazioni da fare ( siate buoni mi raccomando!!!) ci farebbe piacere un vostro commento sia su Cultura Granata che nello spazio dedicato ai commenti sulla pagina di Ustream dalla quale sarà trasmessa la diretta, e se avete dei consigli per migliorare non esitate!!! La trasmissione comincerà 5 minuti circa prima dell'inizio della partita, ci sarà una pausa tra primo e secondo tempo per permettere al nostro Luca di approfittare della pausa in campo per far rilassare le corde vocali ( ancora oggi dolenti...) e riprenderà poco prima dell'inizio della seconda frazione di gioco.

Saluti granata

Benny

sabato 23 febbraio 2013

IL TORO E' UNA FEDE: LA STRADA E' QUELLA GIUSTA!


Strameritata vittoria,però che fatica.....Eddai ragazzi,non potete ogni volta farci perdere anni di vita così,la partita contro i bergamaschi è stata dominata dall'inizio alla fine,una grande mole di gioco,un buon possesso palla e discrete occasioni da rete,ma come al solito si fa una fatica boia a metterla in rete...Stavamo addirittura per fare il patatrac con il nostro portierone(anche se per me non era rigore,Gillet prende prima la palla e poi è inevitabile che finisca sull'attaccante bergamasco),ma per fortuna è arrivato il gol della vittoria di San Birsa a pochi minuti dalla fine,altrimenti saremmo stati di nuovo qui a recriminare su altri 2 punti buttati al vento..Ormai le squadre di media-bassa classifica hanno paura di noi,ci temono,lo dimostra il fatto che vengono qui a Torino per difendersi,per non prendere gol,stanno in 10 dietro alla linea del pallone e sperano nei contropiedi o in nostri errori,questo dimostra che stiamo diventando una squadra solida,ben allenata,che mette timore,però dobbiamo imparare a gestire meglio le partite,a chiuderle quando l'avversario è messo all'angolo e non dargli il tempo di rialzarsi,ragionare e reagire...Speriamo che pian piano imparino la lezione e ci facciano divertire sempre di più...<in questa squadra ci sono 3-4 giocatori che secondo me non sfigurerebbero in nazionale come Ogbonna(lui già fisso),D'Ambrosio,Cerci e io ci metterei pure Darmian e mi sta piacendo anche molto Gazzi,un mastino d'altri tempi...vedremo in futuro se Prandelli la pensa come me....Domani ci aspetta il Cagliari,squadra tosta a differenza della classifica secondo me bugiarda,che non sta attraversando un buon momento anche per via dei problemi giudiziari del presidente e dello stadio.Speriamo che il fatto di giocare senza tifosi e senza la nostra Maratona itinerante non influisca sulla prestazione dei nostri guerrieri e si riesca ad imporre il nostro gioco come stiamo facendo ultimamente,altri 3 punti qui ed è quasi fatta...Un grazie di cuore ed i miei sentiti complimenti ai ragazzi di Longo che sono arrivati ai quarti nella coppa carnevale,eliminati solo ai rigori e che stanno esprimendo un ottimo calcio,sono sicuro che molti di loro ci torneranno utili in futuro....FORZA VECCHIO CUORE GRANATA....

Luca P.


VI RICORDIAMO CHE ANCHE DOMANI, POTRETE ASCOLTARE LA NOSTRA WEB AUDIO CRONACA DELLA PARTITA DEL TORO CON LA VOCE DI LUCA FIORE!

Vi spiego come fare per ascoltarci:

- se ci seguite da Pc basta andare alla pagina : http://www.ustream.tv/channel/diretta-toro1  e sarà possibile ascoltarci. NON DOVREBBE ESSERE NECESSARIO SCARICARE ALCUN PROGRAMMA;

- sempre da Pc un'altra strada è quella di digitare Ustream su qualunque motore di ricerca aprire la home-page di Ustream ( ecco il link: http://www.ustream.tv/new )  e ricercare " DIRETTA_TORO" e verrete ridirezionati alla pagina di trasmissione;

- ultima ma non meno importante è la possibilità di seguirci tramite un cellulare che si connetta ad Internet tramite Wi-fi o 3G e che abbia Android, oppure da I-phone. E' necessario scaricare l'app di Ustream.

Come sempre chiediamo la vostra indulgenza e collaborazione. Se avete delle osservazioni da fare ( siate buoni mi raccomando!!!) ci farebbe piacere un vostro commento sia su Cultura Granata che nello spazio dedicato ai commenti sulla pagina di Ustream dalla quale sarà trasmessa la diretta, e se avete dei consigli per migliorare non esitate!!! La trasmissione comincerà 5 minuti circa prima dell'inizio della partita, ci sarà una pausa tra primo e secondo tempo per permettere al nostro Luca di approfittare della pausa in campo per far rilassare le corde vocali ( ancora oggi dolenti...) e riprenderà poco prima dell'inizio della seconda frazione di gioco.

LO STAFF DI CULTURA GRANATA

venerdì 22 febbraio 2013

Torino, il Torino e La Juventus visti da fuori....





Bisogna avere il coraggio di andarsene quando si capisce che il proprio momento è arrivato, che il proprio tempo è trascorso, senza aspettare di vedere la curva discendente. Questo ho sempre pensato degli artisti, delle persone carismatiche, degli sportivi. È vero coraggio prendere la propria storia tra le mani e decidere che è il momento di lasciare il posto ad altri, anche se si è al massimo della gloria. Ma se la fine arriva senza che tu possa deciderlo, se ad esempio è una collina, mettiamo la collina di Superga, a decidere per te? Ci ho pensato molto da che sono a Torino, nel 2013 fanno 11 anni, come i giocatori in campo, preferibilmente a maglia granata! 

Mi sono innamorata perdutamente di questa città fin dalla prima visita nel 2001, l’ho trovata affine al mio carattere, fuori apparentemente fredda e difficile, ma dentro piena di emozioni dirompenti. E poi ho deciso, è coraggio anche quello, è il coraggio di rimanere grandi e continuare a far sognare la gente come per tanti anni, quelli più difficili della nostra storia di Italiani è stato. Invincibili e con un grande lascito, ma questo dovrebbe essere stimolante e non mai deprimente.
 Quando frequentavo le scuole medie mio padre a tavola ogni tanto ci raccontava la storia del Grande Torino. Raccontava molti aneddoti della sua gioventù, il militare, le amicizie, il calcio, sua grande passione, sia guardato e tifato che praticato, fino a quasi cinquant’anni di età. Parlando del Torino declamava l’ultima formazione prima di quel maledetto schianto: Bacigalupo, Ballarin, Maroso, Ossola, Grezar, Mazzola… non li ricordo nell’ordine giusto, sono cresciuta a urla di “Forza Napoli!”, però quando mio padre parlava del Torino la sua voce si riempiva d’affetto e a un certo punto diceva che quella era la squadra di quando era ragazzo, che tutti i suoi amici tifavano Torino e quando lo ascoltavo non pensavo mai che sarei arrivata in questa città, piena di speranze ed energie per affrontare il futuro. Non so molto di calcio, ma il Torino mi è sempre stato simpatico, anche se mi sono interessata alla sua squadra solo negli ultimi anni qui: da lontano era la Juventus a primeggiare nei discorsi dei miei amici che pedissequamente si aggregavano al più forte… in apparenza almeno. Ma stando a Torino ho capito molte cose: intanto che è una città meravigliosa, riservata, orgogliosa, schizzinosa, non ti blandisce per conquistarti, i suoi doni maestosi sono sotto i tuoi occhi ma in un certo senso sono inaccessibili, te li devi guadagnare, sudare, meritare; non sempre me ne sento all’altezza e insisto a volere farmela amica pur non avendo vinto tutte le sue resistenze; ecco, sento che il Toro è così: devi meritarti tutto quello che ne viene, devi sudare e faticare e mantenere un orgoglio e una forza d’animo che non è da tutti per poi essere premiato al massimo con un sorriso! Per carattere devo dire che preferisco mille volte questo che non le facili vittorie di chi si può permettere sempre di acquistare il meglio, forse perché non credo nel denaro che compra ogni cosa. 


Quindi per me il Toro è Torino, in ogni senso, in ogni fibra e se una persona che ami ama il Torino, devi amarlo anche tu. Nemmeno “devi”, senti che è l’unica strada percorribile, anche se per competenze e interessi puoi al massimo guardarlo da lontano con il cuore che trabocca di emozioni e lo stomaco che si chiude per l’ansia.
Ho pensato che, a parte per chi la propria fede la coltiva dalla nascita, per chi viene da fuori “scegliere” (perché è più sentire che scegliere davvero) la Juve o il Toro è come nel primo caso, andare in vacanza in una bellissima città turistica, dove devi fare a spintoni con la gente per vedere qualcosa di bello, essendo aggredito dalle offerte allettanti (ma spesso ingannevoli) dei ristoranti che cucinano surgelati a turisti sprovveduti, e nel secondo caso faticando e insistendo per trovare un posticino poco conosciuto, ma dove sei servito benissimo, mangi davvero locale ed esci con il sorriso anche se hai speso qualcosa di più. Quest’ultimo è il Toro per me. È questo che mi viene in mente quando penso alle dicotomie perenni presenti in questa città: collina/periferia, borghesi/operai, Juve/Toro… e spero che chiunque scelga di venire a vivere in questa città maestosa e generosa (fino all’eccesso) non si fermi all’apparenza, ma sia pronto a faticare, a lottare, a sudarsi le attenzioni di chi ha davvero una Storia e la porta addosso. In fondo per me Torino è amore e il Toro è Torino… cos’altro avrei potuto fare?

CLESSIDRA 




NOTA DELLA REDAZIONE: RINGRAZIAMO L'AUTRICE PER AVERCI CONCESSO DI PUBBLICARE QUESTO ARTICOLO CHE RENDE BENE L'IDEA DELLE DIFFERENZE TRA NOI E "LORO".

VI INVITIAMO A VISITARE IL BLOG DELLA BRAVISSIMA CLESSIDRA ALLA PAGINA:
 
http://fatterelli.wordpress.com/

IO L'HO FATTO E VI ASSICURO CHE NE VALE LA PENA!!!


giovedì 21 febbraio 2013

Distorsione alla caviglia per Bakic

 giovedì 21 febbraio 2013
Seduta tecnico-tattica per i granata di Ventura. Alla fine dell'allenamento Marko Bakic si è prodotto un trauma distorsivo alla caviglia sinistra la cui gravità potrà essere valutata con precisione nei prossimi giorni. Per Santana (reduce dalla distorsione tibiotarsica della scorsa settimana) ancora lavoro differenziato, mentre Meggiorini è restato prudenzialmente a casa per un lieve stato febbrile. Il programma di domani prevede un allenamento pomeridiano, a porte chiuse.

Pubblicato da: www.torinofc.it

Mi raccomando !!! Continuiamo a votare il logo del Toro anni'80 nel sondaggio di Tgcom alla pagina:
Purtroppo siamo al secondo posto dopo il logo dell' Ascoli, cerchiamo di vincerla sta sfida!!!

Si ferma Jonathas

giovedì 21 febbraio 2013
L'attaccante brasiliano Jonathas è stato sottoposto a valutazione ecografica. L'esame ha riscontrato la lesione di primo grado del muscolo semimembranoso della coscia sinistra. La prognosi è di sette giorni, cui seguiranno ulteriori accertamenti.
 


Pubblicato da: www.torinofc.it

Mi raccomando !!! Continuiamo a votare il logo del Toro anni'80 nel sondaggio di Tgcom alla pagina:
Purtroppo siamo al secondo posto dopo il logo dell' Ascoli, cerchiamo di vincerla sta sfida!!!

Viareggio Cup: granata eliminati ai rigori


giovedì 21 febbraio 2013

Termina nei quarti di finale l'avventura del Torino FC alla Viareggio Cup: ai ragazzi di Longo sono fatali i rigori. L'Anderlecht vince 4-3 (0-0 dopo i tempi regolamentari) e accede alle semifinali, dove troverà il Siena. Per i granata sono decisivi gli errori dagli undici metri di Barbosa e Quitadamo.
 
Pubblicato da: www.torinofc.it

Mi raccomando !!! Continuiamo a votare il logo del Toro anni'80 nel sondaggio di Tgcom alla pagina:
Purtroppo siamo al secondo posto dopo il logo dell' Ascoli, cerchiamo di vincerla sta sfida!!!

martedì 19 febbraio 2013

Viareggio Cup: per il Torino c'è l'Anderlecht nei quarti


martedì 19 febbraio 2013

Definiti gli accoppiamenti dei quarti di finale della Viareggio Cup: il Torino FC affrontrà l'Anderlecht. La partita avrà luogo giovedì 21 alle ore 17 presso lo stadio Bui di San Giuliano Terme e sarà trasmessa in diretta tv su Rai Sport 2.
 

Pubblicato da: www.torinofc.it

Mi raccomando !!! Continuiamo a votare il logo del Toro anni'80 nel sondaggio di Tgcom alla pagina:
Purtroppo siamo al secondo posto dopo il logo dell' Ascoli, cerchiamo di vincerla sta sfida!!!

lunedì 18 febbraio 2013

TORO-ATALANTA : TOP & FLOP!

Analisi del migliore e del peggiore nella vittoria di ieri per 2-1 contro l'Atalanta.

TOP: come capita ormai da 3 partite consecutive il migliore in campo è Cerci! Ormai Alessio è diventato semplicemente devastante, gli avversari non lo fermano quasi mai. Stupendo il gol a giro sul secondo palo che trova nel primo tempo. Ieri tutto questo è stato visto da Prandelli e ora la chiamata in Nazionale sembra vicina. Di sicuro un esterno così forte al torino non si vedeva dai tempi di Lentini!

Voto :  8

FLOP: chi invece ieri ha deluso è Stevanovic. Sparito per molti mesi anche dalla lista dei convocati , ieri alen torna a sorpresa titolare, avendo così la sua ennesima opportunità. L'impegno non manca , manca la convinzione e lo spunto che invece aveva l'anno scorso. Il vero problema di Stavanovic è la testa, se non comincia a vivere da professionista butterà al vento delle qualità che probabilmente l'avrebbero portato a fare una buona carriera.

Voto: 5,5

Pupi


Mi raccomando !!! Continuiamo a votare il logo del Toro anni'80 nel sondaggio di Tgcom alla pagina:
Purtroppo siamo al secondo posto dopo il logo dell' Ascoli, cerchiamo di vincerla sta sfida!!!

domenica 17 febbraio 2013

Torino-Atalanta 2-1 le pagelle dei granata!!



Gillet 5 Grave incertezza in quell'uscita che procura il rigore per l'Atalanta, per il resto ordinaria amministrazione

Darmian 7 Grande rientro, partita coraggiosa e di grande dinamismo sulla sua corsia limita al meglio il piccolo Moralez, regala l'assist a Birsa per il 2-1 dei granata

Glik 6,5 Prova da gigante della difesa, vince tutti i duelli con gli attaccanti atalantini

Ogbonna 6,5 Un altro grande rientro è quello dell'Angelo azzurro che offre una prestazione da vero leader, sempre puntuale e preciso negli anticipi, elegante quando esce palla al piede

S Masiello 6 Tampona bene sulla fascia sinistra, ogni tanto si propone in avanti con qualche cross e con qualche tiro dalla distanza

Vives 6,5 Svolge alla perfezione il compito a centrocampo sia nel cucire il gioco e nell'impostare trame offensive

Gazzi 6,5 Solita diga a centrocampo, gioca con il coltello tra i denti partita da vero gladiatore

Cerci 7,5 Ennesima partita da vero trascinatore, fa venire capogiri alla difesa atalantina, pericoloso con tiri dalla distanza e sblocca il risultato con un sinistro imparabile, tutto questo davanti agli occhi del mister della Nazionale Prandelli che deve prendere nota per una convocazione meritata

Bianchi 6,5 Torna titolare dopo un pò di panchina e lo si può apprezzare perchè interpreta una gara che solo lui può regalare, combatte su ogni pallone e apprezzabile l'intesa con Barreto soprattutto quando gli offre un pallone d'oro nel primo tempo, meritava il gol

Barreto 6 Spreca clamorosamente dopo un assist d'oro offerto da Bianchi nel primo tempo, scheggia la traversa nel secondo tempo, propositivo in attesa del gol che ancora tarda ad arrivare

Stevanovic 5 Si rivede dopo tanto tempo rispolverato da Ventura offre una gara del tutto anonima, improduttiva la sua prestazione sulla fascia sinistra

Birsa 7 Si fa sicuramente preferire a Stevanovic, pericolosi sono i suoi cross che sono il suo marchio di fabbrica per la sua precisione, decisivo perchè sigla il gol del 2-1

Jonathas sv

Meggiorini sv

DFB
Mi raccomando !!! Continuiamo a votare il logo del Toro anni'80 nel sondaggio di Tgcom alla pagina:
Purtroppo siamo al secondo posto dopo il logo dell' Ascoli, cerchiamo di vincerla sta sfida!!!

sabato 16 febbraio 2013

IL TORO E' UNA FEDE : RIPARTIRE CON UMILTA'!!

 
 
Ripartire con umiltà,questo si deve fare contro l'Atalanta,non si deve fare calcoli e pensare alla classifica,ma solo pensare a vincere,a quei 3 punti che ci farebbero avvicinare sempre più alla fatidica soglia dei 40 punti che vogliono dire salvezza...la partita di domenica scorsa contro l'udinese ci ha visti un po in difficoltà,sopratutto nei primi 10 minuti dove sembrava che eravamo ancora nello spogliatoio a prendere il thè!!!Poi ci siamo ripresi e abbiamo giocato alla pari(se non meglio)dell'Udinese,ma ormai il disastro era stato fatto,poi ci ha messo molto del suo anche quell'arbitraccio di Banti,veramente scandaloso,spero che non venga mai più ad arbitrarci,anzi,spero vivamente che venga radiato e non arbitri proprio più....Ed è andata così,come oramai sappiamo...Adesso vediamo di partire bene con i bergamaschi,giocare concentrati,sereni e sono sicuro che il risultato verrà da se...Tra l'altro rivedremo in campo Darmian sulla fascia(D'ambrosio è squalificato)che non giocava da qualche partita e avrà una gran voglia di riscatto,sulla fascia al posto di Santana se la dovrebbero vedere Birsa e Menga e quindi mi aspetto vivacità anche di qui...e chissà che non torni titolare anche il Capitano...Mi unisco a tutti i fratelli Granata nel fare gli auguri al nostro grande Capitano e spero vivamente che la sua avventura in maglia Granata non finisca a Giugno,ma molto più in la....E in fine come non parlare della Primavera nel torneo di Viareggio:3 partite e 3 vittorie,16 gol fatti e 0 subiti e primo turno superato alla grande...Abbiamo veramente dei gran bravi ragazzi,un super Barbosa,un bravissimo Parigini,una gran rivelazione Kabasele e via via tutti gli altri ragazzi stanno portando il nostro settore giovanile a grandi livelli come un tempo,continuate così e sarete ben presto il nostro futuro....FORZA VECCHIO CUORE GRANATA..

Luca P. 

Mi raccomando !!! Continuiamo a votare il logo del Toro anni'80 nel sondaggio di Tgcom alla pagina:
Purtroppo siamo al secondo posto dopo il logo dell' Ascoli, cerchiamo di vincerla sta sfida!!!

martedì 12 febbraio 2013

Adesso viene il difficile...




Ogni volta che mi accingo a toccare il tasto dolente della sterilità dell’attacco granata, temo le reazioni di chi pensa che le considerazioni critiche siano il frutto di un atteggiamento partigiano a difesa di quello e quell’altro giocatore  o allenatore e di conseguenza suonino a condanna di chi occupa, senza titoli, il posto che toccherebbe all’altro. Non è così. La critica onesta rappresenta un momento di riflessione e di approfondimento  su   fatti, avvenimenti  e  personaggi di rilievo stimolando  pareri e opinioni che convergono da punti di vista diversi.  Non esiste la ragione del pensiero unico e anche se personalmente ritengo vero che il pessimismo sia figlio della razionale analisi dei fatti e l’ottimismo affondi  le proprie radici nella speranza e spesso sia padre delle delusioni più grandi, sono convinto che la coesistenza fra i due modi di valutare le fasi della vita sia la cosa più sensata per ottenere un equilibrato metro di giudizio. Tutto questo vale anche per il calcio. Questa lunga e cervellotica premessa altro non è che un modo per affrontare l’argomento  “attacco spuntato del Toro” senza suscitare rabbia nei sostenitori dei vari attaccanti granata. Facendo una piccola parentesi nel tentare di individuare i motivi dell'attuale situazione nelle zone basse della classifica che sta alle spalle del Torino, dobbiamo constatare che la squadra che più di tutte si è rafforzata è quel Genoa che attualmente occupa la quart’ultima posizione a sei punti dalla banda-Ventura.  Il Torino è stato ingiustamente, ammettiamolo, sconfitto ieri ad Udine dopo sette risultati utili consecutivi  che non sono bastati a dargli una classifica che lo mettesse al sicuro dai rischi di un coinvolgimento nella lotta per non retrocedere. Questi sette risultati positivi sono stati ottenuti con tre successi e quattro pareggi. Dopo il match di San Siro dissi che là si erano buttati due punti d’oro perché l’Inter vista in quell'occasione, a parer mio, era la stessa Inter perdente con Samp, Siena e Pescara. Contro la Sampdoria, nello scorso turno, si deve convenire che altri due punti sono stati buttati senza neppure concedere un’occasione degna di tale nome ai genovesi ma( ahimè!) senza creare una sola situazione importante per vincere se non con un evanescente Barreto che ha avuto la sventura di poter segnare solo di testa e non aggiungo altro. Tutto ciò significa che dietro si stanno svegliando e che il Toro ha frenato senza aver ottenuto il massimo nel periodo migliore del suo campionato. Vorrei capire il secondo tempo di Cerci a Udine e cioè mi piacerebbe sapere se il suo accentramento continuo alla ricerca del colpo vincente sia stata una scelta personale o un preciso invito del Mister. Nel primo caso, oltre a segnare un punto a favore dell’incontenibile esterno granata perché testimoniava che lui a perdere così non ci stava, evidenzia la perdita della fiducia nei suoi compagni di reparto incapaci in due partite di effettuare un solo tiro in porta o una sola giocata di una certa pericolosità. Nel secondo caso invece ci sarebbe da preoccuparsi perché se anche il tecnico si è reso conto che le scelte fatte (liberarsi di Bianchi e Sansone e puntare su una scommessa tutta da verificare com'è Barreto) costituisce un grosso azzardo al quale solo un’esplosione di qualche talento inaspettato potrebbe rimediare. Senza voler infierire su Banti perché le sue scelte sbagliate (eufemismo)  sono state viste da tutti , una tiratina d’orecchie (altro eufemismo)  la farei a questi benedetti  quinti e sesti arbitri che al Torino hanno arrecato di sicuro almeno danni per tre punti. Chiaramente i tre punti sono i due contro la Fiorentina ( fu il giudice di linea che abboccò alla plateale caduta di Cuadrado avvenuta  nel momento in cui, vista persa la palla, pensò di provarci  sentendo il contatto corporeo di un avversario) più quello toltoci da quell’ineffabile Sig. Calvarese (evidentemente  il ruolo di giudice di linea in quella occasione gli stava stretto) che si erse a protagonista assoluto intervenendo presso l’arbitro affinchè sancisse un rigore inesistente a favore della Roma. Dico questo perché ieri, nell’ultimo assalto disperato del Toro per agguantare un punticino diventato preziosissimo, la palla è uscita sul fondo dopo una carambola fra un granata ed un bianconero friulano il giudice di linea era lì a due metri dall’azione ed è rimasto impassibile assecondando la scelta di segnalinee ed arbitro di assegnare la rimessa dal fondo per gli uomini di Guidolin. Da casa, davanti al televisore, ho avvertito subito che il rimpallo era stato doppio e quindi ci stava il corner. Chi assisteva con me alla partita mi ha subito tacciato di parzialità, ma la moviola ha chiaramente fatto giustizia dimostrando che l’ultimo tocco era stato del difensore e quindi era calcio d’angolo. Com'è possibile che un arbitro che si sobbarca una trasferta a volte lunghissima per andare a dare il suo contributo nel giudicare le azioni di gioco in maniera imparziale ma soprattutto attenta, non veda nelle tre o quattro volte che l’azione transita dalle sue parti chi per ultimo ha toccato la palla? Sarebbe stato calcio d’angolo a favore del Toro e no certo rigore, cosa assai più complicata da assegnare  a chi porta quelle maglie granata, ma è possibile che la paura di un eventuale gol scaturito da un angolo contestato abbia avuto il sopravvento.

Fulvio.
 


Mi raccomando !!! Continuiamo a votare il logo del Toro anni'80 nel sondaggio di Tgcom alla pagina:
Purtroppo siamo al secondo posto dopo il logo dell' Ascoli, cerchiamo di vincerla sta sfida!!!

lunedì 11 febbraio 2013

UDINESE-TORO: TOP & FLOP !



Analisi del migliore e del peggiore nella partita falsata di ieri finita 1-0!

TOP: ancora una volta migliore in campo è stato Alessio Cerci. L'esterno conferma di essere in un ottimo momento di forma, tanto da entrare anche nelle mire del c.t. Prandelli. Ieri si è caricato l'attacco sulle spalle creando da solo le occasioni più pericolose; un tiro alto di poco e una traversa che sta ancora tremando. Se le nostre punte fossero 
più presenti, con un Cerci così fioccherebbero i gol!!

Voto: 7

FLOP: nonostante molti giocatori meriterebbero la palma di flop, il peggiore in campo ( forse il migliore per l'udinese) è stato l'arbitro Banti. Una direzione così di parte é difficile da vedere sui campi professionistici. Il metodo usato é semplice non fischiare mai fallì contro l'Udinese nella sua metà campo; clamorosi i due rigori non dati al toro, se quello su Santana era netto , quello su Glik era enorme. Molti parlano di compensazione per il rigore regalato al Milan contro l'udinese, io invece parlo di partita falsata perché al toro non venivano dati neanche i calci d'angoli nel finale!!! VERGOGNA!!!

Voto: 2 ( come i rigori non dati)

Pupi 


Mi raccomando !!! Continuiamo a votare il logo del Toro anni'80 nel sondaggio di Tgcom alla pagina:
Purtroppo siamo al secondo posto dopo il logo dell' Ascoli, cerchiamo di vincerla sta sfida!!!

domenica 10 febbraio 2013

Udinese-Torino 1-0 le pagelle dei granata

Alessio Cerci Toro Siena 2012-
      2013
Gillet 6,5 Si arrende solo sul tiro di Pereyra, per il resto si rende decisivo in una serie di interventi sventati col solito tempismo

D'ambrosio 6 Unica amnesia quando si fa sfuggire Maicosuel che per fortuna coglie il palo, per il resto partita dignitosa sulla fascia destra

Glik 5,5 Uno dei protagonisti di un reparto che oggi vacilla, su di lui non viene fischiato un rigore che ci stava tutto

Rodriguez 4,5 Giornataccia del pelato, una partita condita da pasticci, fa affondare la difesa granata in chiara difficoltà con Di Natale, si perde Pereyra in occasione dell'1-0

S Masiello 5 Perde il duello con Basta sulla fascia di competenza, non si fa vedere per niente al cross

Brighi 5 Surclassato dal centrocampo friulano, non può provare a dirigere l'orchestra

Gazzi 5,5 Va meno in difficoltà del compagno, prova a tamponare le incursioni friulane ma non sempre ci riesce

Cerci 7 Predicatore nel deserto, il granata più pericoloso mette in difficoltà da solo l'intera difesa dell'Udinese, eccellente condizione di forma, peccato per quella conclusione sulla traversa che meritava
sorte migliore

Meggiorini 5 Partita del tutto anonima, mai un pericolo per la difesa friulana

Barreto 5 Partita deludente, da un ex come lui ci si attendeva molto di più

Santana 5 Si ricorda di lui solo in occasione di un rigore non fischiato ai suoi danni, per il resto il buio

Vives 5,5 Prova a dare un pò di fosforo a centrocampo, ma non è certo l'elemento adatto

Jonathas 6 Positivo l'impatto sulla partita, si rende pericoloso nel finale di gara

DFB

Mi raccomando !!! Continuiamo a votare il logo del Toro anni'80 nel sondaggio di Tgcom alla pagina:
Purtroppo siamo al secondo posto dopo il logo dell' Ascoli, cerchiamo di vincerla sta sfida!!!

DIRETTA WEB AUDIO DELLA PARTITA UDINESE-TORINO!!

Seguite la diretta web audio della partita con l'Udinese.

Vi spiego come fare per ascoltarci:

- se ci seguite da Pc basta andare alla pagina : http://www.ustream.tv/channel/diretta-toro1  e sarà possibile ascoltarci. NON DOVREBBE ESSERE NECESSARIO SCARICARE ALCUN PROGRAMMA;

- sempre da Pc un'altra strada è quella di digitare Ustream su qualunque motore di ricerca aprire la home-page di Ustream ( ecco il link: http://www.ustream.tv/new )  e ricercare " DIRETTA_TORO" e verrete ridirezionati alla pagina di trasmissione;

- ultima ma non meno importante è la possibilità di seguirci tramite un cellulare che si connetta ad Internet tramite Wi-fi o 3G e che abbia Android, oppure da I-phone. E' necessario scaricare l'app di Ustream.

Come in occasione della nostra "prima volta" chiediamo la vostra indulgenza e collaborazione. Se avete delle osservazioni da fare ( siate buoni mi raccomando!!!) ci farebbe piacere un vostro commento sia su Cultura Granata che nello spazio dedicato ai commenti sulla pagina di Ustream dalla quale sarà trasmessa la diretta, e se avete dei consigli per migliorare non esitate!!! La trasmissione comincerà 5 minuti circa prima dell'inizio della partita, ci sarà una pausa tra primo e secondo tempo per permettere al nostro Luca di approfittare della pausa in campo per far rilassare le corde vocali ( ancora oggi dolenti...) e riprenderà poco prima dell'inizio della seconda frazione di gioco.

Saluti granata

Benny

SEGUI LA DIRETTA WEB AUDIO DELLA PARTITA UDINESE-TORINO!

Oggi Cultura Granata riproporrà la web cronaca audio in diretta della partita del nostro Toro.
Dato il successo ottenuto nelle prime due occasioni riproporremo il nostro esperimento. Dalle visualizzazioni, dai commenti e dalle numerose mail abbiamo riscontrato un gradimento inaspettato. Innanzitutto un enorme "grazie" a voi che ci avete seguito e dato fiducia.
La voce sarà sempre quella del nostro commentatore-tifoso Luca Fiore e il link per ascoltare la partita sempre lo stesso.



Vi spiego come fare per ascoltarci:

- se ci seguite da Pc basta andare alla pagina : http://www.ustream.tv/channel/diretta-toro1  e sarà possibile ascoltarci. NON DOVREBBE ESSERE NECESSARIO SCARICARE ALCUN PROGRAMMA;

- sempre da Pc un'altra strada è quella di digitare Ustream su qualunque motore di ricerca aprire la home-page di Ustream ( ecco il link: http://www.ustream.tv/new )  e ricercare " DIRETTA_TORO" e verrete ridirezionati alla pagina di trasmissione;

- ultima ma non meno importante è la possibilità di seguirci tramite un cellulare che si connetta ad Internet tramite Wi-fi o 3G e che abbia Android, oppure da I-phone. E' necessario scaricare l'app di Ustream.

Come in occasione della nostra "prima volta" chiediamo la vostra indulgenza e collaborazione. Se avete delle osservazioni da fare ( siate buoni mi raccomando!!!) ci farebbe piacere un vostro commento sia su Cultura Granata che nello spazio dedicato ai commenti sulla pagina di Ustream dalla quale sarà trasmessa la diretta, e se avete dei consigli per migliorare non esitate!!! La trasmissione comincerà 5 minuti circa prima dell'inizio della partita, ci sarà una pausa tra primo e secondo tempo per permettere al nostro Luca di approfittare della pausa in campo per far rilassare le corde vocali ( ancora oggi dolenti...) e riprenderà poco prima dell'inizio della seconda frazione di gioco.

Saluti granata

Benny

sabato 9 febbraio 2013

IL TORO E' UNA FEDE: NON ABBASSIAMO LA GUARDIA!


Che dire,si poteva fare di più,si doveva fare di più...La Samp vista sabato era veramente poca cosa,tutti dietro alla palla e pedalare,ma noi purtroppo non avevamo "la fame"giusta e ci siamo accontentati di un pareggio....Da una parte meglio un punto che rischiare di perdere,però mi sembra troppo presto per fare dei calcoli,ci sono ancora troppe partite davanti e non possiamo distrarci.per noi questo deve essere un periodo favorevole,sulla carta abbiamo tutti scontri diretti dove possiamo fare bene e mettere in cascina tanti punti perchè nella parte centrale del girone di ritorno non so se riusciremo a fare molti punti visto che affronteremo le 5-6 più forti del campionato...Dobbiamo mettere più punti possibili tra noi e la terz'ultima in queste giornate(considerando che a mio parere Palermo e Genoa usciranno presto dalla zona calda)per poter affrontare la parte centrale del campionato con tranquillità e serenità senza dover avere il patema d'animo di vincere per forza le ultime partite (Chievo-Catania...)e sperare sempre nelle disgrazie altrui...Spero di sbagliarmi e che domenica riusciamo a fare un partitone e sbancare Udine,però bisogna andare in campo con la mentalità diversa da sabato scorso,solo così si portano a casa punti importanti...Speriamo di suonare l'ottava,dopo la settima...FORZA VECCHIO CUORE GRANATA.....

Luca P. 

Mi raccomando !!! Continuiamo a votare il logo del Toro anni'80 nel sondaggio di Tgcom alla pagina:
Purtroppo siamo al secondo posto dopo il logo dell' Ascoli, cerchiamo di vincerla sta sfida!!!

venerdì 8 febbraio 2013

DOMANI DIRETTA WEB AUDIO DELLA PARTITA UDINESE-TORINO!

Domani Cultura Granata riproporrà la web cronaca audio in diretta della partita del nostro Toro.
Dato il successo ottenuto nelle prime due occasioni riproporremo il nostro esperimento. Dalle visualizzazioni, dai commenti e dalle numerose mail abbiamo riscontrato un gradimento inaspettato. Innanzitutto un enorme "grazie" a voi che ci avete seguito e dato fiducia.
La voce sarà sempre quella del nostro commentatore-tifoso Luca Fiore e il link per ascoltare la partita sempre lo stesso.



Vi spiego come fare per ascoltarci:

- se ci seguite da Pc basta andare alla pagina : http://www.ustream.tv/channel/diretta-toro1  e sarà possibile ascoltarci. NON DOVREBBE ESSERE NECESSARIO SCARICARE ALCUN PROGRAMMA;

- sempre da Pc un'altra strada è quella di digitare Ustream su qualunque motore di ricerca aprire la home-page di Ustream ( ecco il link: http://www.ustream.tv/new )  e ricercare " DIRETTA_TORO" e verrete ridirezionati alla pagina di trasmissione;

- ultima ma non meno importante è la possibilità di seguirci tramite un cellulare che si connetta ad Internet tramite Wi-fi o 3G e che abbia Android, oppure da I-phone. E' necessario scaricare l'app di Ustream.

Come in occasione della nostra "prima volta" chiediamo la vostra indulgenza e collaborazione. Se avete delle osservazioni da fare ( siate buoni mi raccomando!!!) ci farebbe piacere un vostro commento sia su Cultura Granata che nello spazio dedicato ai commenti sulla pagina di Ustream dalla quale sarà trasmessa la diretta, e se avete dei consigli per migliorare non esitate!!! La trasmissione comincerà 5 minuti circa prima dell'inizio della partita, ci sarà una pausa tra primo e secondo tempo per permettere al nostro Luca di approfittare della pausa in campo per far rilassare le corde vocali ( ancora oggi dolenti...) e riprenderà poco prima dell'inizio della seconda frazione di gioco.

Saluti granata

Benny

VIDEO: PRESENTAZIONE DOLLY MENGA!

 Ecco il video della presentazione di Dolly Menga!

E cosa dice del neoacquisto il DS Petrachi:


Pubblicato da: www.torinofc.it

Mi raccomando !!! Continuiamo a votare il logo del Toro anni'80 nel sondaggio di Tgcom alla pagina:
Purtroppo siamo al secondo posto dopo il logo dell' Ascoli, cerchiamo di vincerla sta sfida!!!

Menga: "Essere qui è una grande emozione"

venerdì 08 febbraio 2013
 E' stato presentato oggi allo stadio Olimpico il nuovo esterno granata, arrivato nella sessione invernale di mercato, Dolly Menga.
Ad introdurlo è stato il DS del Torino FC, Gianluca Petrachi: <<Oggi presentiamo Menga: il suo acquisto si inserisce nell'ottica di inserire in rosa nuovi giocatori giovani e stranieri. Sono molto contento che sia qui. Le cose non accadono mai per caso, ma sono sempre frutto della programmazione. Vogliamo puntare forte sui giovani e creare una società sana e competitiva.
Menga è un giocatore dotato tecnicamente e fisicamente e vede bene la porta. Sono convinto che il ragazzo riuscirà a mostrare il proprio valore. Dal punto di vista fisico non è ancora al top, ma si è subito messo al lavoro: lunedì giocherà con la Primavera per trasformare sul campo il lavoro fatto in questi giorni, poi da martedì tornerà con la prima squadra. Non è stata una facile trattativa: quando abbiamo capito che molti lo volevano abbiamo fatto un blitz per portarlo a Torino. Il ragazzo ha guardato più al progetto che all'aspetto economico, un fatto molto positivo.>>
Ha poi risposto alle domande dei media l'esterno, che vestirà la maglia numero 29: <<C'è molta differenza dal punto di vista tattico rispetto al Belgio, dove è un aspetto meno curato. Ho visto alcune partite del Toro e mi piace come lo fa giocare Ventura: è anche per questo che ho scelto la maglia granata, perchè so che qui potrò crescere molto. Farò di tutto per rendere al massimo e contribuire al raggiungimento degli obiettivi del Toro. La mia scelta non è stata dettata da fattori economici: in questo momento sono giovane e non sono i soldi che mi interessano ora, quello che mi preme è migliorare dal punto di vista tecnico-tattico. Mi devo allenare molto, ma Ventura mi parla spesso e mi sta aiutando a crescere. All'inizio ho trovato qualche difficoltà tattica, ma ripetendo più volte gli esercizi ora sto piano piano imparando.
Se ho mai trovato qualcuno più veloce di me quando andavo a scuola? No, mai trovato - dice con un sorriso il giovane belga. Dell'Italia apprezzavo la pasta, la pizza e lo stile: gli italiani si sanno vestire molto bene.
Qui in Italia ci sono pochi giocatori giovani in serie A: quando il Toro mi ha fatto la proposta per venire qui per me è stata una grande emozione. In Belgio ho già giocato in prima squadra e questo mi ha aiutato a crescere, ma ho ancora molta strada da fare.
Il 29? E' una scelta di famiglia: mia mamma infatti è nata il 29 maggio. Mio papà invece è stato comandante in Angola: da sabato sarà qui a Torino. Ho ricevuto un'educazione molto ferrea da mio padre, ex parà, che ha insegnato a tutti noi della famiglia ad essere rispettosi.
A chi mi ispiro? Cristiano Ronaldo, per la sua rapidità ed intelligenza. E' un giocatore completo, capace di fare la differenza in qualsiasi momento. Qui al Toro mi ha colpito molto Cerci: è un altro calciatore che può fare sempre la differenza. Come simpatia invece dico Gillet.
Preferisci giocare a destra o a sinistra? Per me è indifferente: sono a disposizione del tecnico.>>
 
 
 


Pubblicato da: www.torinofc.it

Mi raccomando !!! Continuiamo a votare il logo del Toro anni'80 nel sondaggio di Tgcom alla pagina:
Purtroppo siamo al secondo posto dopo il logo dell' Ascoli, cerchiamo di vincerla sta sfida!!!

giovedì 7 febbraio 2013

Domani la presentazione di Menga

 giovedì 07 febbraio 2013

Si comunica che domani, venerdì 8 febbraio, alle ore 13.00 presso la Sala Conferenze dello stadio Olimpico di Torino si terrà la presentazione ai media del centrocampista Dolly Menga.

Pubblicato da: www.torinofc.it

Mi raccomando !!! Continuiamo a votare il logo del Toro anni'80 nel sondaggio di Tgcom alla pagina:
Purtroppo siamo al secondo posto dopo il logo dell' Ascoli, cerchiamo di vincerla sta sfida!!!

Jonathas: "Ho trovato un gruppo vero"

giovedì 07 febbraio 2013
E' stato presentato oggi ufficialmente ai media, alla presenza del Team Manager del Torino FC Giacomo Ferri, il nuovo attaccante granata Jonathas: <<Sono arrivato qui due settimane fa circa: mi trovo molto bene. L'ambiente mi ha accolto con calore e ho trovato un gruppo vero. La scelta del Toro è stata immediata: quando Raiola mi ha proposto la maglia granata ho risposto con entusiasmo. Dell'esperienza a Pescara non voglio parlare. Ventura? E' un grande allenatore e mi fa rimanere sul campo al termine degli allenamenti per approfondire alcune situazioni e imparare al più presto i nuovi schemi. Dove devo migliorare? Un po' in tutto, ma con un allenatore così sono sicuro di poter crescere. In attacco abbiamo molta qualità, toccherà al mister fare le scelte: io sono qui per lavorare e dare il mio contributo. Il numero 80? E' dedicato alla mia mamma adottiva, che è mancata a quell'età.>>
 
 
 


Pubblicato da: www.torinofc.it

Mi raccomando !!! Continuiamo a votare il logo del Toro anni'80 nel sondaggio di Tgcom alla pagina:
Purtroppo siamo al secondo posto dopo il logo dell' Ascoli, cerchiamo di vincerla sta sfida!!!

mercoledì 6 febbraio 2013

Domani la presentazione di Jonathas


mercoledì 06 febbraio 2013

Si comunica che domani, giovedì 7 febbraio, alle ore 13.00 presso la Sala Conferenze dello stadio Olimpico di Torino si terrà la presentazione ai media dell'attaccante Jonathas. L'ingresso sarà consentito a partire dalle ore 12.45.
 

Pubblicato da: www.torinofc.it

Mi raccomando !!! Continuiamo a votare il logo del Toro anni'80 nel sondaggio di Tgcom alla pagina:
Purtroppo siamo al secondo posto dopo il logo dell' Ascoli, cerchiamo di vincerla sta sfida!!!

Coppola: "Ritrovo un gruppo fondato su solide basi"

mercoledì 06 febbraio 2013
E' stato presentato oggi ai media il portiere Ferdinando Coppola, tornato a vestire i colori granata dopo l'esperienza dell'anno scorso quando, con 22 presenze all'attivo, ha contribuito alla promozione del Torino FC in serie A: <<Ringrazio il Presidente e il mister che mi hanno voluto riportare qui: è stata l'ennesima dimostrazione di affetto e stima. Sono tornato non al Torino, ma in una famiglia: ritrovo un gruppo costruito su solide basi, che ha centrato l'obiettivo della promozione e ora si pone quello di rimanere nelle massima serie. Metto a disposizione la mia esperienza per raggiungere i traguardi che ci siamo prefissi. Per ora ho tanta voglia di indossare i guantoni e non penso a cosa sarà di me a fine carriera, però se ci sarà la possibilità di continuare qui al Toro ne sarei molto felice.
L'accoglienza è stata ottima; ho ritrovato molti ragazzi con cui avevo condiviso la scorsa stagione e ho potuto apprezzare come anche i nuovi si siano integrati alla perfezione nel gruppo.
L'obiettivo deve essere la salvezza, senza illudere nessuno. Il margine sulla terz'ultima ti permette di affrontare le avversarie con un po' più di spensieratezza e un po' meno tensione.
Gillet? Abbiamo giocato da avversari molte volte, poi quest'anno ho avuto un po' di tempo a disposizione per vedere le partite del Toro e non credo ci sia nulla da dire su quanto di positivo abbia fatto il numero 1 granata quest'anno. Gode della fiducia di tutta la piazza.
Il mio ruolo? Dire che sono arrivato qui solo per fare il dodicesimo sarebbe poco rispettoso verso tutti, compagni compresi. Gillet deve sapere però che al fianco ha un alleato, non un rivale. Per un portiere è giusto che esista una gerarchia, perchè serve stabilità: io mi allenerò al massimo per farmi trovare pronto nel caso serva.>>
 


Pubblicato da: www.torinofc.it

Mi raccomando !!! Continuiamo a votare il logo del Toro anni'80 nel sondaggio di Tgcom alla pagina:
Purtroppo siamo al secondo posto dopo il logo dell' Ascoli, cerchiamo di vincerla sta sfida!!!

lunedì 4 febbraio 2013

TORO-SAMPDORIA: TOP & FLOP

Analisi del migliore e del peggiore nella partita di sabato finita con il risultato di 0-0!!


TOP: ancora una volta il migliore in campo è stato Alessio Cerci. l'ala ex fiorentina sta attraversando uno splendido momento di forma e secondo Ventura, Alessio è solo al 60% delle sue possibilità! Nella partita di sabato è stato incontenibile ed è l'unico granta che riesce ad andare vicino al gol negato da un miracolo del portiere doriano Romero.

voto:7


FLOP: chi invece non è stato particolarmente brillante nel match di sabato è Santana! Dalla sua parte il Toro non crea pericoli ( visto anche il poco aiuto di Masiello in fase offensiva). Mario spesso si intestardisce in dribling complicati che quasi mai portano a saltare l'avversario. Da uno come lui ci si aspetta molto di più!!

voto: 5,5

Pupi

Mi raccomando !!! Continuiamo a votare il logo del Toro anni'80 nel sondaggio di Tgcom alla pagina:
Purtroppo siamo al secondo posto dopo il logo dell' Ascoli, cerchiamo di vincerla sta sfida!!!

domenica 3 febbraio 2013

Il Presidente Cairo: "La salvezza è più vicina"



Il Presidente del Torino FC Urbano Cairo commenta con legittima soddisfazione la prestazione della sua squadra: <<Ho visto una buona partita, il Toro mi è piaciuto per la sua maturità, per la capacità di essere sempre attento ed equilibrato e per la grandissima attenzione. Alla Sampdoria, che è venuta per fare una partita molto accorta, non abbiamo concesso praticamente nulla: Gillet ha dovuto fare solo una parata dopo una mischia in area. Questo è un altro punto che ci avvicina al nostro primo obiettivo: una volta raggiunta la salvezza, poi, potremo giocare con ancor maggiore serenità.>>
Anche se la sessione invernale si è appena chiusa, le domande dei media sono state ancora rivolte al mercato. A cominciare da Bianchi: <<Io non volevo cederlo e infatti non l'ho fatto pur a fronte di offerte più o meno interessanti. Io volevo rinforzare il Torino, non indebolirlo. Infatti sono stati ingaggiati Barreto, Jonathas e il promettente Menga. Adesso l'importante sarà avere le idee chiare per il mercato di giugno, così da essere veloci a reperire i rinforzi per la prossima stagione: dovrebbe essere un nostro obiettivo, sarebbe certamente un grande vantaggio partire per il ritiro estivo con la squadra praticamente fatta. Queste sono le nostre intenzioni, anche perchè adesso partiamo da una base solida e affidabile. In quanto a Bianchi, lui ora ha l'opportunità di firmare con un'altra squadra, lecitamente. Io spero che non lo faccia perchè mi piacerebbe fare un ragionamento con lui e il suo fratello manager per verificare se ci sono le condizioni per proseguire insieme. Il fatto che lui sia andato in panchina non può essere un problema, succede a tutti: tra l'altro il Torino a Pescara e a San Siro con l'Inter aveva fatto benissimo e quindi mi è sembrato giusto confermare quelle squadre di partenza. Anche Ventura lo considera un giocatore importante, e lo ha detto pubblicamente, quindi da parte nostra non ci sono assolutamente problemi.>>

Pubblicato da: www.torinofc.it

Mi raccomando !!! Continuiamo a votare il logo del Toro anni'80 nel sondaggio di Tgcom alla pagina:
Purtroppo siamo al secondo posto dopo il logo dell' Ascoli, cerchiamo di vincerla sta sfida!!!

Ventura: "Pareggio giusto"



<<E' stato un pareggio sostanzialmente giusto>>. Queste le parole del tecnico granata Giampiero Ventura, che ai media spiega: <<Era una partita tattica e difficile perchè loro erano una squadra che stava attraversando un ottimo momento di forma. Avessimo segnato sarebbe stata una grandissima soddisfazione, ma loro non hanno concesso nulla, talvolta si difendevano anche in otto. Sono però contento: è un punto che fa classifica e allunga la serie positiva. Oggi era difficile trovare spazi, ma noi siamo stati bravi a creare comunque alcune occasioni interessanti senza però mai concedere nulla.>>

Pubblicato da: www.torinofc.it

Mi raccomando !!! Continuiamo a votare il logo del Toro anni'80 nel sondaggio di Tgcom alla pagina:
Purtroppo siamo al secondo posto dopo il logo dell' Ascoli, cerchiamo di vincerla sta sfida!!!

Gazzi: "Con un pizzico di fortuna si poteva vincere"



Al termine del match pareggiato contro la Sampdoria ha incontrato i media il roccioso centrocampista granata, Alessandro Gazzi: <<Con un pizzico di fortuna si poteva anche vincere. Loro hanno giocato molto chiusi e si sono difesi con ordine, noi abbiamo cercato di trovare spunti per il gol ma non siamo riusciti a segnare pur avendo creato situazioni interessanti. A parte il gol però c'è la consapevolezza di essere in costante crescita e di essere ormai in grado di fare ottime prestazioni. Globalmente è un risultato che ci soddisfa anche perchè il pareggio oltre ad aggiungere un altro mattoncino per la salvezza, allunga la nostra serie positiva.>>
 
Pubblicato da: www.torinofc.it


Mi raccomando !!! Continuiamo a votare il logo del Toro anni'80 nel sondaggio di Tgcom alla pagina:
Purtroppo siamo al secondo posto dopo il logo dell' Ascoli, cerchiamo di vincerla sta sfida!!!

Jonathas: "Con la Sampdoria punto importante"



Debutto in granata per Jonathas, che contro la Sampdoria ha potuto calcare per la prima volta il terreno dell'Olimpico con la maglia granata: <<E' stata una settimana stupenda quella appena trascorsa, sono molto felice di essere qui. In questi primi allenamenti ho iniziato a conoscere quelli che sono gli schemi del mister: mi piacciono molto e lui a fine allenamento mi tiene sempre un po' di più per spiegarmeli al meglio. Il pareggio con la Sampdoria? E' stato un punto molto importante, un bel pareggio utilissimo ai fini della salvezza.>>


Pubblicato da: www.torinofc.it


Mi raccomando !!! Continuiamo a votare il logo del Toro anni'80 nel sondaggio di Tgcom alla pagina:
Purtroppo siamo al secondo posto dopo il logo dell' Ascoli, cerchiamo di vincerla sta sfida!!!

sabato 2 febbraio 2013

Torino - Sampdoria 0-0 le pagelle dei granata!!



Gillet 6 Attento come sempre tra i pali, non deve compiere qualche intervento degno di nota perchè la Sampdoria non lo impegna affatto

D'Ambrosio 6,5 La fascia di capitano al braccio lo rinvigorisce sempre di più, prova più che positiva sia in fase di spinta che in fase di copertura

Glik 6,5 Guida con sicurezza la difesa granata grazie anche ad un attacco doriano che ha esaurito tutte le cartucce nella gara precedente

Rodriguez 6,5 Dalle sue parti non si passa mai e Icardi ne sa qualcosa

S Masiello 6 Partita di grande corsa finisce alla pari il duello a distanza con De Silvestri

Brighi 6 Organizza la manovra granata come può a volte ci riesce a volte meno

Gazzi 6 Solita partita di contenimento e di sostanza in mezzo al campo

Cerci 6 La sua condizione di forma è ottimale per questo i pericoli maggiori arrivano tutti dai suoi piedi ogni tanto si intestardisce con azioni personali

Barreto 6 Grande impegno peccato non riesce a trovare lo spunto necessario, però si da un gran da fare, esce stremato

Meggiorini 5,5 Prova di gran sacrificio in mezzo al campo cerca di duettare col compagno Barreto ma con scarsi risultati perchè la difesa doriana si fa trovare preparata

Santana 5,5 Primo tempo nell'anonimato, fa qualcosa nella ripresa ma la prestazione nel complesso è sotto la sufficienza

Bianchi 5 Entra per dare peso all'attacco ma fa solo a sportellate con i difensori della Sampdoria non incidendo sulla gara

Birsa sv

Jonathas sv

DFB

Mi raccomando !!! Continuiamo a votare il logo del Toro anni'80 nel sondaggio di Tgcom alla pagina:
Purtroppo siamo al secondo posto dopo il logo dell' Ascoli, cerchiamo di vincerla sta sfida!!!

DIRETTA WEB AUDIO DELLA PARTITA TORINO-SAMPDORIA!!





Ecco a voi le istruzioni per seguire la nostra  web audio cronaca diretta del nostro Toro. A commentare la partita sarà Luca Fiore.
Chi vorrà potrà seguirci da cellulare I-phone o con sistema operativo Android semplicemente scaricando l'app di Ustream.
Per chi segue la partita dal computer di casa basterà andare alla pagina:
http://www.ustream.tv/channel/diretta-toro1

LO STAFF DI CULTURA GRANATA VI AUGURA BUON ASCOLTO ( e speriamo porti bene.... )

venerdì 1 febbraio 2013

IL TORO E' UNA FEDE: IL GIOCO SI FA DURO...SOGNO O SON DESTO?





Ebbene si,tifosi del Toro, non state sognando, tutto quello che succede è realtà....La squadra gira bene,è in forma sia fisicamente che mentalmente e il Mister sembra non sbagliare più un colpo. Io ero uno degli scettici sul fatto di non fare giocare Bianchi ma nelle ultime 2 partite mi sono un po ravveduto,siamo una squadra anche senza il capitano,non siamo dipendenti da lui (anche se rimane il nostro capocannoniere)...Da quando c'è Barreto,Meggiorini sembra diventato un altro,non che prima fosse svogliato o che, anzi, però, o per un motivo o per un altro gli mancava sempre qualcosa, invece nelle ultime 2 partite ha fatto assist, goal e buonissime giocate...Speriamo che duri il più a lungo possibile l'intesa tra i nostri 2 attaccanti con comunque il capiano sempre pronto a subentrare o partire da titolare per variare un po',e se anche lui iniziasse a inserirsi negli schemi? Beh, ci divertitemmo ancora di più...Volevo fare un plauso alla società che in questo mercato di gennaio non ha preso giocatori tanto per comprare o che, ma ha fatto acquisti mirati, tutti giovani e in prospettiva e anche se magari non tutti saranno dei fenomeni, sono sicuro che daranno il massimo per meritarsi di giocare con  noi...Forza ragazzi, la prossima battaglia ci divertiremo....

Luca P.