lunedì 31 dicembre 2012

Buon 2013

Buon 2013 a tutti i tifosi granata...con la speranza che il nuovo anno ci porti la permanenza nella massima serie, una vittoria nel derby di ritorno....e.....magari....sogni europei per il prossimo campionato....

Lo staff di Cultura Granata

TM-Richiesta di aiuto



 
 
 
Buon anno a tutti!
Il 2 gennaio chi può si rechi davanti al Comune di Piossasco per sostenere Antonello Pinna, tifoso della Maratona, che a 55 anni ha perso il lavoro, poi la casa ed ora è accampato proprio davanti al municipio di Piossasco. Per chi ne vuole sapere di più www.toromio.net 
Inoltre, per aiutarlo è stato proposto a noi di ToroMio di allestire una squadra di calcio per una partita amichevole. Non sappiamo ancora quando si farà, nè dove. Ma intanto chiedo chi è disponibile. Come forse sapete abbiamo a disposizione maglie granata, pantaloncini, calzettoni, palloni della squadra del Filadelfia: è ora di usarle per una buona causa.  
 
Mi spiace, ma non ho altre parole di circostanza da aggiungere.
 
Associazione ToroMio
Luciano Cavagnero
 
 
 
 
 

domenica 30 dicembre 2012

Ventura soddisfatto: Buon test

E' un Giampiero Ventura sereno e soddisfatto il tecnico che si concede ai media dopo l'amichevole disputata a Ragusa: <Lo scopo di questa partita non era certamente il risultato roboante, non mi interessava il numero dei gol. Siamo reduci da due giorni di lavoro pesante dopo la ripresa della preparazione, anche la seduta di questa mattina è stata intensa. Ho visto alcune buone giocate, l'elemento essenziale è che nessuno si è fatto male e nel complesso si è trattato di un buon test. Sono anche contento perché abbiamo regalato un bell'incasso al Ragusa Calcio, società che ringraziamo per la collaborazione in questi giorni di ritiro>. All'osservazione di un cronista locale (<La Sicilia porta fortuna>), l'allenatore granata ha replicato con un radioso sorriso: <Lo spero, ce lo auguriamo tutti. In questi giorni stiamo lavorando bene, sabato a Catania ci attende un impegno molto difficile contro una squadra ben organizzata e di qualità. Lavoreremo col solito impegno per essere all'altezza della situazione>. Infine il sincero complimento agli avversari di giornata: <Il Ragusa mi ha fatto un'ottima impressione, sul campo m'è sembrata una squadra di categoria superiore rispetto al campionato di serie D che sta disputando>. All'amichevole non hanno partecipato Suciu e il giovane della Primavera Cinaglia: per entrambi affaticamenti muscolari di lieve entità. Il programma di domani prevede seduta mattutina allo stadio Campo. Porte aperte per i tifosi dalle 9.30.

Pubblicato da: www.torinofc.it

sabato 29 dicembre 2012

Tema: Tenendo presenti gli intendimenti della società condizionati dalle possibilità economiche ristrette, quali sono i vostri consigli e le vostre preferenze per svolgere una sessione invernale di calciomercato attuabile dal Torino Fc??




Svolgimento
Premesso che in qualsiasi attività commerciale e imprenditoriale e  una società calcistica sicuramente lo  è,  per ottenere risultati significativi sotto la voce profitti e utili, fondamentali sono gli investimenti e la programmazione, sarò estremamente sintetico e preciso in merito al futuro imminente  e alla programmazione per il prossimo anno.
Sono grande sostenitore del 433 quindi nello snocciolare la rosa dei giocatori, ruolo per ruolo, di quelli che secondo me dovrebbero essere i ventitrè componenti l’ossatura principale, li disporrò anche secondo il modulo preferito.
                                                  Gillet- Gomis-BENUSSI
Darmian-D’Ambrosio      Glik-Di Cesare     Ogbonna-Rodriguez      MARCHESE-Masiello
                           DONADEL-Basha      OLIVERA-Suciu      Gazzi-Vives
Cerci-Santana                          Bianchi-Meggiorini                          LAZAREVIC-Birsa

I ceduti saranno Agostini, Caceres,De Feudis, Sgrigna, Stevanovic,
In prestito Verdi , Sansone, Migliorini e il più giovane dei fratelli Gomis.
Diop e Bakic ed  altri eventuali primavera saranno sempre pronti a coprire eventuali esigenze.
Come si può notare sono stato in linea con gli orientamenti societari, anche se Olivera non riscuote il mio entusiasmo ma lo ritengo senza dubbio più utile alla squadra nel gioco d’attacco in quanto è in grado di dare un buon riferimento ai mediani spesso in difficoltà nella costruzione. Una seconda punta centrale non cambierebbe nella sostanza il gioco asfittico del nostro attacco. E’ chiaro che altro sarebbe se  si trattasse di un Rooney  o un Totti. In questo senso credo che l’obiettivo Barreto non rientri in questa categoria. Abbiamo già vissuto situazioni di allenatori che desideravano a qualunque costo giocatori che a parer loro avrebbero risolto d’incanto tutti i problemi ma che poi nella realtà si sono dimostrati autentici fallimenti. Ricordate la telenovela Lerda- Gabbioneta?
Su un’ossatura siffatta per l’anno prossimo sarebbe sufficiente inserire due pedine a centrocampo e sostituire l’eventuale partenza di Ogbonna e un notevole passo avanti sarebbe compiuto. Sostituire cioè Oliveira con un migliore centrocampista offensivo e Donadel con un tuttofare in mezzo al campo che sappia dare carattere e personalità alla squadra.
 Ricordando che si tratta di opinioni da tifoso, che ne dite? Per quanto riguarda la società non credo di averla messa in difficoltà dal punto di vista economico. L’unico a storcere il naso sarebbe forse Mister Ventura, tecnico ancorato alla certezza del suo modulo collaudato e fin qui sicuro; ma si sa che noi tifosi vorremmo qualcosa di più di una stentata salvezza anche se i cambiamenti in corso d’opera portano inevitabilmente con sé molti rischi.

Fulvio

venerdì 28 dicembre 2012

MERCATORO: SOGNO PINILLA!

E' da un pò di tempo che il Toro ci stava pensando, ed ora con la crisi economica del Cagliari, c'è la possibilità di aprire una trattativa ufficiale per portare Pinilla al Toro. Il prezzo che Cellino chiede per liberare l'attaccante è di 4 milioni, eventualmente si potrebbero offrire anche 2 milioni per portare a casa la metà del cileno; questo sarebbe un vero e proprio colpo di mercato. Ovvviamente la concorrenza non manca (Inter, Fiorentina) ma solo al toro Pinilla sarebbe titolare inamovibile. Da oggi parte anche il ritiro granata per prepararsi alla partita del 5 gennaio a Catania, e ogni momento sarà buono per parlare con Bianchi di rinnovo!! Questione centrocampista: il più vicino in questo momento è Donadel ( e fosse per il giocatore sarebbe già arrivato oggi a Ragusa) ma il toro è ancora titubante perchè spera ancora di arrivare ad Almiron, su cui c'è da registrare il forte interessamento del Genoa che offre di più al Catania ma meno al giocatore rispetto al Torino. Altre nomi che girano sono D'agostino del siena ( giocatore di gran classe ma troppo lento per agire in una mediana a 2 come quella di Ventura) e Oliveira ( giocatore odiatissimo dai tifosi granata per i suoi trascorsi gobbi e per quel famoso Toro-Genoa).

Pupi
 

mercoledì 26 dicembre 2012

OGGETTO: VARIANTE DELL'AREA CONTINASSA. MOLTI CRITICI, MA UNA SOLA OPPOSIZIONE !

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa:



E' terminato liter da parte del Consiglio Comunale di Torino che sostanzialmente "regala" alla Juventus F.C. la variante parziale relativa alla Continassa.
In fase di adozione del provvedimento, molte sono state le voci critiche da parte di Consiglieri sia di maggioranza sia di opposizione, tanto che si pensava a un possibile ripensamento della Giunta a fronte di un atteggiamento così ostile.
Peccato che venerdì come per magia, i vari Mangone, Sbriglio, Bertola, si sono limitati ad affermare le loro criticità con interventi di pochi minuti, lasciando al sottoscritto il compito di affrontare un rigido, ma solitario ostruzionismo durato 6 ore, che ha perlomeno fatto guadagnare la pagnotta allAssessore Curti.  
E evidente anche ai meno esperti di leggi, che il provvedimento votato infrange le più elementari  norme urbanistiche, oltre che apparire come lennesimo regalo alla Famiglia Agnelli.
Lintreccio che lega l'amministrazione comunale alla più nota famiglia torinese dimostra ancora una volta come leggi, tempi, richieste economiche siano differenti a seconda di chi sia il soggetto interessato. Se i tempi della burocrazia comunale fossero quelli utilizzati per la vendita della  Continassa alla Juventus FC, gli imprenditori e i cittadini torinesi sarebbero lieti di vivere in una città "tedesca".  Chiunque, invece, debba presentare una richiesta dalla più piccola modifica all'interno della propria abitazione, impiega per avere una risposta un tempo superiore.
Allora adesso ci si aspetta che il Comune dopo questo atto almeno onori limpegno preso verso un pezzo di storia di questa città. Infatti mancano solo sette giorni per il versamento nelle casse della Fondazione Stadio Filadelfia del primo milione di euro destinato alla ricostruzione del Filadelfia.
Caro Fassino io non vado in vacanza per le feste di Natale e il 27 dicembre sarò in Comune a ricordarle di onorare un impegno ancora riaffermato non più di un mese fa.
  
                                                                                              Angelo D
Amico
                                                                              Consigliere Comunale Città di Torino

Il Toro è una fede: si torna a vincere



Finalmente!!!!Dopo più di 40 giorni siamo tornati a vincere,tutti(tranne uno...) sotto la Maratona ad esultare...Almeno quest'anno si passeranno delle feste tranquille,sportivamente parlando,non come accade quasi sempre,con la sensazione di essere in bilico sul baratro,un mezzo passo falso e giù...Ora 4 punti di vantaggi sono un buon margine per poter pensare al futuro con più tranquillità,con la consapevolezza che la squadra c'è,rema tutta dalla stessa parte e non ha nulla da invidiare rispetto alle diretti concorrenti...Adesso vedremo cosa ci riserverà il prossimo mercato invernale:sono convinto che con 2 o 3 acquisti di peso ci potremo salvare tranquilla,ente e toglierci qualche soddisfazione...Speriamo che arrivi "Babbo"e ci faccia questi regalini per farci passare una seconda parte di stagione ancora più esaltante rispetto a com'è andato questo 2012 ormai quasi alle spalle....P.S. ho letto qualche articolo dove si faceva l'ipotesi di tesserare come secondo portiere Jimmy Fontana per dare spazio a Gomis di poter giocare con più continuità in serie B,io personalmente ne sarei felicissimo,quale miglior giocatore può incarnare il Toro meglio di lui,ci vogliono in rosa giocatori cosi....  P.S.2  mi sembra doveroso salutare e ringraziare Stefano Sorrentino dopo le belle parole che ha speso per noi e per il Toro....Or vi saluto augurandovi buone feste e un felice anno nuovo ricco di gioia,serenità e salute a tutti voi tifosi Granata....

Luca P.


Sulla partita col Chievo leggete anche:
http://culturagranata.blogspot.it/2012/12/torino-chievo-verona-2-0-le-pagelle-dei.html
e
http://culturagranata.blogspot.it/2012/12/toro-chievo-top.html
e
http://culturagranata.blogspot.it/2012/12/una-bella-giornata.html

martedì 25 dicembre 2012

BUON NATALE E FELICE ANNO NUOVO A TUTTI...GRANATA E NON

Un augurio per un felice Natale a tutti i tifosi granata e non solo...

Con la speranza che questa festa del Signore aiuti tutti noi a stare vicini alle nostre famiglie, a chi ha bisogno e che l'anno nuovo sia prospero calcisticamente per il nostro amato TORO e un anno ricco di amore e speranza per TUTTI....


AUGURI DI SINCERO CUORE


LO STAFF DI CULTURA GRANATA

lunedì 24 dicembre 2012

Una bella giornata




A guardare Corini, tranquillo e imperturbabile quantunque sempre in piedi  a spronare i suoi senza agitarsi più di tanto, mi è sembrato di vedere un signore che pur essendo stato lasciato dalla moglie, in cuor suo, non era poi così dispiaciuto. Verso la fine dell’incontro l’ho visto addirittura dare una pacca amichevole sulla spalla a Masiello che si accingeva a rimettere in gioco il pallone con una rimessa laterale vicino alla panchina dei gialloblu. Certamente il vantaggio in classifica di sei punti sul Toro ha fatto sì che quella del Chievo non fosse una partita disperata come lo sarebbe stata per noi se non fossero arrivati i tre benedetti punti che ci avrebbero avvicinati sensibilmente ai fatidici venti al giro di boa del girone di andata. Venti punti infatti rappresentano l’obiettivo che il Mister fin dall’inizio del campionato si era posto come primo traguardo e considerato che dobbiamo ancora disputare a Catania  l’ultimo match d’andata ecco che con un pareggio avremmo ottenuto il prefissato e ancora di più, con un colpo di mano in Sicilia, potremmo addirittura fare meglio. Bene, tutto ok finalmente. Chiuse le partite tremende di fila con Napoli, Roma, Fiorentina, Juventus e Milan  dove abbiamo raccolto due soli punti, per fortuna ne sono arrivati sette da  Bologna, Genoa e Chievo  ma ciò che conta è che non abbiamo fallito gli incontri per noi importanti  dai quali ci si aspettava quello che abbiamo ottenuto. Ora è fondamentale partire bene perché al ritorno affronteremo Bologna e Chievo a casa loro mentre temo che il Genoa verrà all’Olimpico con il coltello tra i denti. Ma non fasciamoci la testa adesso e godiamoci questo momento felice con un pizzico di soddisfazione in più per aver riacciuffato Cagliari, Samp e Bologna che sembravano in fuga.

Fulvio

domenica 23 dicembre 2012

TORO-CHIEVO : TOP&FLOP

Analisi del migliore e del peggiore nella vittoria di ieri per 2-0 contro il Chievo.

TOP : con una prestazione super, si aggiudica la palma di TOP Alessandro Gazzi!!  Una vera è propria diga a centrocampo,  corona la sua prestazione con un bel gol su assist di Cerci!! Partita dopo partita Gazzi si sta rivelando l'acquisto migliore della campagna estiva !!

Voto: 7,5

FLOP: nella gara di ieri tutto il toro ha giocato bene, e tutti i giocatori si meritano il 6 in pagella; tuttavia forse quello che è risultato meno brillante è stato Salvatore Masiello. Il terzino sinistro ha avuto qualche difficoltà in alcune chiusure e ieri ha spinto poco! 

Voto :6

Finalmente noi tifosi riusciamo a passare un natale con una bella vittoria del nostro amato toro!!

Buon Natale granata a tutti!!

Pupi!!

sabato 22 dicembre 2012

Torino-Chievo Verona 2-0 le pagelle dei granata!

Gillet 6 Quasi mai impegnato, si deve superare solo su un tiro dalla distanza di Hetemaj destinato all'incrocio dei pali, il portiere belga si fa trovare pronto

Darmian 6 Sempre attento dalle sue parti non si passa partita di copertura perfetta

Glik 6,5 Propizia la rete del vantaggio con la netta collaborazione del clivense Sardo, per il resto solito muro in difesa

Rodriguez 7 Annulla prima Paloschi poi Pellissier partita perfetta del roccioso pelato

S Masiello 6 Prova sufficiente in fase di copertura, non si deve dannare più di tanto ad inseguire i clivensi che dalle sue parti non si fanno vedere più di tanto






Vives 6,5 Buona lettura della gara, prova più che sufficiente in fase di impostazione della manovra

Gazzi 7 Si batte come un leone e i duelli a centrocampo cerca di vincerli tutti, sigla il raddoppio dei granata con una conclusione sporcata da Andreolli

Cerci 7 E' lui il grimaldello per scardinare la difesa clivense, sia Dramè prima che Jokic dopo vanno in netta difficoltà, prova anche la conclusione a rete, intraprendente, propizia l'azione del raddoppio granata

Bianchi 5,5 Generoso ma non in serata di grazia per le conclusioni a rete

Sansone 6 Più vivace del compagno di reparto, crea scompiglio nella difesa ospite

Birsa 5,5 Prova non entusiasmante, altre volte si è fatto notare per i suoi cross pericolosi, in questa gara meno

Basha, D'ambrosio e Sgrigna sv

DFB

CERCHIAMO DISEGNATORI!

Stiamo cercando delle persone che sappiano disegnare, anche tramite supporti informatici, per realizzare una rubrica di tipo grafico.
Sai disegnare?
Sei tifoso del Toro?
Sapresti disegnare caricature o fumetti dei nostri beniamini della domenica?
Allora sei la persona che fa per noi!




I disegni potranno essere realizzati anche attraverso l'utilizzo di strumenti informatici, è importante che siano pubblicabili sul blog, di conseguenza, se realizzati a mano è necessario riceverli in formato informatico e pubblicabile....

I requisiti per entrare a far parte del team di Cultura Granata sono pochi e facili:
-essere tifosi del TORO;
-Forza di volontà;
-Disponibilità a creare almeno uno-due disegni ogni 10-15 giorni.

Non garantiamo nessuna paga o salario ma offriamo l'inizio di una collaborazione su un sito che sta crescendo settimana dopo settimana...
Per proporsi basta inviare un e-mail all’indirizzo: rivoluzionegranata@yahoo.it con il vostro nome, la vostra età, la vostra disponibilità e magari qualche vostra idea per arricchire Cultura Granata. Sempre per info contattateci tramite e-mail e cercheremo di chiarire ogni vostro dubbio.

Il Team di Cultura Granata









giovedì 20 dicembre 2012

MERCATORO: OBIETTIVI TORO!!


L'apertura del calciomercato è sempre più vicina e alcune società hanno già portato a termine i primi acquisti (Genoa con Floro Flores e Matuzalem; Palermo con Aronica ). Il nostro Toro si sta muovendo come al solito in cerca soprattutto di prestiti o di occasioni low cost. Negli ultimi giorni sta prendendo corpo la trattativa per portare El Hamdaoui a Torino con la formula del prestito con diritto di riscatto per la metà, la fiorentina se prenderà un attaccante potrebbe dare il via libera alla cessione del marocchino. Sembra invece per il momento saltato lo scambio Sansone Pozzi con la Sampdoria, perchè il nuovo allenatore Delio Rossi vuole valutare bene la rosa a sua disposizione. Di sicuro Sansone lascerà Torino già a Gennaio. Pare ormai tramontata definitivamente la possibilità di poter prendere Almiron visto che sembra vicino il suo rinnovo con il Catania. Le alternative sono il prestito di Mariga dell'inter, il prestito di Donadel dal Napoli o l'acquisto (visto che a giugno va in scadenza ) di Tissone dalla Sampdoria. Sarà fondamentale dare al mister i giocatori richiesti il prima possibile, perchè da gennaio le squadre dietro di noi non staranno di certo ad aspettarci!!

Pupi

mercoledì 19 dicembre 2012

Meggiorini e altre cose


Vorrei invertire l’ordine degli argomenti espressi nel titolo e partire dalle altre cose se non vi dispiace.
Abbiamo disputato diciassette delle diciannove giornate previste dal calendario e siamo qui a leccarci le ferite come ci capita da tempo immemorabile: senza sorrisi e senza fiducia nel girone di ritorno. Sì, come sempre nei momenti più bui, il pessimismo cosmico dei tifosi granata prende il sopravvento; quindi per sopravvivere bisogna recuperare fiducia ed energie positive dal profondo del barile dove teniamo le riserve, anche se queste ormai sono state devastate da anni e anni di digiuno di gioie e soddisfazioni. Cominciamo a dire che se Ventura riesce a tenere salde le redini nello spogliatoio, questa squadra potrà rimanere in serie A facendo leva sull’organizzazione di gioco ormai mandata a memoria da tutti i componenti l’organico e credetemi, avere una valida organizzazione di gioco è tanta roba per chi lotta sul fondo. Il nostro gioco, piaccia o no (a me non piace ad esempio ma non sono io un professionista con la responsabilità tecnica del Toro) , è quello che fino al match con la Roma, finito nel momento in cui il mitico Calvarese ha deciso di assestare un bel fendente alle speranze dei granata di portare a casa un punto prezioso, ci aveva garantito una eccellente difesa ed una classifica non buona ma accettabile. Poi il calendario in salita, gli arbitri che ci hanno negato un meritato successo con la Fiorentina e il morale in fondo ai tacchi ci hanno messo con le spalle al muro. Le note positive sono poche ma a queste dobbiamo aggrapparci oggi come oggi e una di queste è senz’altro data da Bianchi, il capitano, bomber poco rispettato dalla dirigenza, anche se sono convinto che l’atteggiamento poco simpatico nei suoi confronti faccia parte della strategia, tipicamente mandrina, di Cairo per risparmiare spiccioli e tempo nel prolungamento del contratto. Rolly ha ripreso a segnare mentre di lottare non ha mai smesso e questo la dice lunga sulla qualità del suo carattere e sulla disponibilità del giocatore a battersi per il Toro anche in posizione di precarietà come l’attuale senza voler offendere i lavoratori precari con i quali i calciatori non possono essere certo paragonati. Per carità stiamo parlando di calcio e di milionari del pallone, ma in uno sport ,dove il morale e la condizione psicologica dell’atleta conta moltissimo, il rendimento del capitano è da elogiare. Sto aprendo i cassetti dei miei pensieri cercando di trovare qualche altro motivo per riaccendere l’ottimismo. Li trovo tutti vuoti. Anzi dentro uno c’è Ogbonna fuori dal campo per parecchie partite, in un altro ci sono giocatori che hanno deluso o si sono persi come Sansone (da recuperare assolutamente) e Cerci, in un altro c’è la convinzione che le decisioni arbitrali nei nostri confronti sono state dubbie, per essere teneri e lo saranno ancora e così via.
Meggiorini:. Premesso che lo stesso Bianchi di cui ho parlato bene qualche riga più su tecnicamente è da sei scarso anzi da 5/6 come usavano ai miei tempi i professori per farti capire che il bicchiere del sei era mezzo vuoto e quello del cinque mezzo pieno, Meggiorini in quanto a carattere e tenacia non è certo da meno del capitano. Rispetto a Rolandinho ha una tecnica da cinque e una capacità realizzativa decisamente inferiore, ma possiede in più un fisico più agile per cui riesce meglio nella fase di pressing . In poche parole un giocatore utilissimo al tecnico di Genova. In un modulo meno sbilanciato del nostro, gli sarebbero richiesti meno ripiegamenti e più presenza in avanti. Purtroppo in pratica deve svolgere il ruolo di seconda punta, per intenderci quella che va a cercarsi gli spazi dietro al bomber e a sua volta glieli apre e quello di primo a pressare sull’organizzatore di gioco avversario. Richieste onerose per molti mentre appaiono eccessive per un pur valido e disponibile calciatore con le caratteristiche del nostro. Non mi sento quindi di giudicare Meggiorini negativamente in relazione al fatto che il suo impegno in partita è sempre massimo e se mettiamo ostacoli al gioco altrui, è anche merito suo. A sostegno di questo vorrei ricordare che nei primi venti minuti del derby la partita era tutta da giocare e la … non ci capiva molto proprio perché il lavoro di disturbo continuo di Meggiorini su Pirlo rendeva il pensatore bianconero della squadra di Venaria quasi nullo e nello stesso periodo di tempo la miglior palla gol del Toro se l’è procurata proprio lui. Che poi invece che con l’esterno piede avesse dovuto tentare il pallonetto su Buffon con l’interno per metterla in gol è un discorso di lana caprina che lascio ad altri, a me interessa solo difendere, nel limite delle sue qualità, la buona partecipazione di Meggiorini al gioco del Toro.

Fulvio

CERCHIAMO VIGNETTISTI!

Stiamo cercando delle persone che sappiano disegnare, anche tramite supporti informatici, per realizzare una rubrica di tipo grafico.
Sai disegnare?
Sei tifoso del Toro?
Sapresti disegnare caricature o fumetti dei nostri beniamini della domenica?
Allora sei la persona che fa per noi!




I disegni potranno essere realizzati anche attraverso l'utilizzo di strumenti informatici, è importante che siano pubblicabili sul blog, di conseguenza, se realizzati a mano è necessario riceverli in formato informatico e pubblicabile....

I requisiti per entrare a far parte del team di Cultura Granata sono pochi e facili:
-essere tifosi del TORO;
-Forza di volontà;
-Disponibilità a creare almeno uno-due disegni ogni 10-15 giorni.

Non garantiamo nessuna paga o salario ma offriamo l'inizio di una collaborazione su un sito che sta crescendo settimana dopo settimana...
Per proporsi basta inviare un e-mail all’indirizzo: rivoluzionegranata@yahoo.it con il vostro nome, la vostra età, la vostra disponibilità e magari qualche vostra idea per arricchire Cultura Granata. Sempre per info contattateci tramite e-mail e cercheremo di chiarire ogni vostro dubbio.

Il Team di Cultura Granata


















martedì 18 dicembre 2012

Il Toro è una Fede!!


Eccoci qua,di fronte all'ennesimo trionfo che poteva essere e non è stato....Ahhh,se Sgrigna avesse tirato un pochino più basso...e poi se un colpo di vento avesse spinto 10 cm più a sinistra quel tiro di Vives...Ma noi siamo il Toro e la fortuna,lo sappiamo,non è proprio dalla nostra parte...Detto questo la partita con il Genoa ha evidenziato ancora una volta come in avanti al di fuori del capitano siamo inconcludenti,sulle fasce abbiamo giocatori che dovrebbero aprire in 2 le difese,ma spesso o quasi sempre non è cosi,ci manca un giocatore in mezzo che sappia usare"il cervello"e sopratutto dobbiamo sistemare la fascia sinistra...Quella di domenica era una partita che si doveva vincere per tirarsi fuori dal pantano delle zone basse ed invece è stata l'ennesima occasione sciupata.Ora speriamo vivamente di fare bottino pieno con il Chievo altrimenti la vedo molto dura quest'anno,anche perchè le altre non stanno di sicuro ad aspettare a noi:il Chievo è già scappato,il Bologna si mette a fare la partita della vita e ottiene 3 punti pesantissimi contro il napoli e dietro di noi abbiamo 2 squadre come il Palermo e lo stesso Genoa che possono rialzarsi in qualsiasi momento visto l'organico superiore al nostro ...E sopratutto speriamo che il Presidente si decida una buona volta a spendere qualche euro per quei 2-3 giocatori che potrebbero farci fare il salto di qualità e navigare in acque tranquille per il proseguo della stagione...

Luca P.

Sulla partita col Genoa leggi anche :

http://culturagranata.blogspot.it/2012/12/genoa-torino-1-1-le-pagelle-dei-granata.html

e

http://culturagranata.blogspot.it/2012/12/genoa-toro-top.html

e

http://culturagranata.blogspot.it/2012/12/non-ce-dubbiodue-punti-persi.html

lunedì 17 dicembre 2012

Non c'è dubbio:due punti persi..


Non possiamo pensare che di questo passo la salvezza sia raggiungibile perchè un punto con una nostra diretta avversaria è un punto regalato a loro e niente per noi. Il Bologna, come avevo previsto, se ne sta andando come se ne è andato il Chievo e anche la Sampdoria, nonostante il passo indietro di ieri, mentre temo che presto leverà le ancore dalla zona bassa della classifica anche il Palermo. Addirittura il Bologna va a vincere a Napoli compiendo quell'impresa che a noi non riesce da tempo immemorabile. Ieri ennesima dimostrazione che giocando con una squadra sbilanciata in avanti non si impone il proprio gioco a meno che non si disponga di giocatori come quelli che hanno le grandissime squadra internazionali, compresa l'innominabile. Abbiamo prodotto il massimo per vincere in otto minuti tra il settantacinquesimo  e l'ottantatreesimo, quando, per evitare una sconfitta deprimente, tolto Birsa per Brighi e finchè quest'ultimo ha retto (quattrocentottanta secondi), i nostri tre in mezzo hanno avuto finalmente la meglio sui centrocampisti genoani potendo supportare al meglio i nostri attaccanti. Purtroppo un molle e lento Sgrigna delle tre palle lda buttare dentro capitategli non ha saaputo approffittare  riuscendoto soltanto ad indirizzarne una sulla parte superiore della traversa. L'occasione capittata sulla testa di Vives è invece uscita di un soffio per mera sfortuna. Poi, uscito Vives (non apriamo qui un commento che coinolgerebbe di nuovo arbitri, Glik e applicazione corretta e bipartisan del regolamento), calato Brighi, esauritosi nel rincorrere Piscitella involatosi sulla sinistra e ignorato da Cerci, il match vero e proprio è terminato perchè gli eroi in campo non avevano più benzina e a quel punto, molto coraggiosamente (!) hanno optato per un pari inutile. Bianchi, vero capitano, non ha lesinato sforzi per la causa, ma nei minuti cruciali gli è venuta a mancare la lucidità per far male a Frey. Ma come può un autentico centravanti con le sue caratteristiche e la sua mole mantenersi pronto e lucido sul finire della gara dopo il lavoro massacrante svolto senza risparmio?  A gennaio arrivano tre campioni e allora avanti così e i risultati daaranno ragione a Ventura o arrivano altri tre prestiti senza stimoli o svincolati al termine della carriera e allora sarà B. Sono convinto che con dieci milioni di € si compra di sicuro un ottimo regista e una forte seconda punta che ci permetteranno di mettere le basi per una squadra competitiva, diveramente in caso di retrocessione i milioni persi saranno di sicuro superiori ai dieci investiti adesso. PENSACI CAIRO.

Fulvio

Sulla partita col Genoa leggi anche :

http://culturagranata.blogspot.it/2012/12/genoa-torino-1-1-le-pagelle-dei-granata.html

e

http://culturagranata.blogspot.it/2012/12/genoa-toro-top.html

Pietro Micca, Granata!!!!





Sono sempre stato Granata, non sarebbe potuto essere altrimenti, ero un semplice soldato-minatore dell’esercito sabaudo durante il sanguinoso assedio di Torino del 1706. La mia storia la conoscono tutti i torinesi, c’è chi sostiene che io abbia dato la mia vita consapevolmente per salvare Torino dai francesi, altri invece che io l’abbia persa soltanto perché la miccia che ha fatto detonare l’esplosivo in quella maledetta galleria fosse troppo corta e non mi ha dato il tempo di fuggire. Ma cosa importa? Sono caduto adempiendo al mio dovere.
Veglio su Torino dalla collina di Superga, dalla Basilica fatta costruire da Vittorio Amedeo di Savoia a ricordo di quella incredibile Vittoria. Sì, avete capito bene, è anche un po’ colpa mia se il Grande Torino è stato annientato quel maledetto giorno del 4 Maggio del 1949. Corsi e ricorsi storici per una Squadra maledetta ma irresistibile per fascino: in fondo colui che ha investito la Farfalla Granata è poi diventato Presidente del Torino Calcio. 



Come mai il Toro? I gobbi o pigiami erano nati da un gruppo di studenti del Liceo Massimo D’Azeglio, liceo borghese della Città e io invece sono frutto di quella che voi ora chiamate working class, di conseguenza è stato facile parteggiare per quella maglia di colore Granata che richiama al sacrificio.
L’amore totale è scoccato ammirando  le gesta di Capitan Mazzola e compagni da lassù, prima il calcio non è che mi interessasse molto, ma poi sono arrivati loro che mi hanno incantato e che hanno ridato speranza a un’intera generazione di Italiani nel dopoguerra, un po’ come avevo fatto io durante l’assedio del 1706 per i miei concittadini Torinesi.
Mi ricordo ancora il 4 Maggio del 1949, il giorno in cui li ho conosciuti di persona, sono arrivati da me dopo lo schianto sulla parete della Basilica dell’aereo che li trasportava. Ho stretto la mano al Capitano con un’emozione senza pari, avevo di fronte a me la Squadra di Calcio che aveva allietato alcuni momenti di un’eternità passata a vegliare i Torinesi. Ma dopo la felicità equiparabile a quella di un bambino che incontra i suoi idoli, la tristezza ha invaso il mio cuore, il mondo non poteva più ammirarli, da quel momento gli unici  campi che avrebbero solcato sarebbero stati quelli del Paradiso. Valerio Bacigalupo accortosi del mio stato d’animo, mi ha appoggiato una mano sulla spalla e con un sorriso da guascone mi ha sussurrato: “In fondo non mi dispiace non invecchiare”.
Da quel giorno, insieme non ci perdiamo più una partita del Toro e se vi soffermate per un attimo ad ascoltare il vento potrete sentire le nostra urla di incitamento… Le mie sono facili da riconoscere, sono in piemontese. 

Pietro Micca

GENOA-TORO : TOP & FLOP


Analisi del migliore e del peggiore nella partita di ieri finita 1-1 contro il Genoa.

TOP: migliore in campo per distacco è stato il capitano Rolando Bianchi.
Forse la sua migliore prestazione, lotta su ogni pallone, di testa le prende tutte ma sopratutto segna! Non c'è niente da fare se al Capitano  
arrivano i cross lui i gol li sa fare. Con 6 gol è per distacco il bomber granata eppure la società continua a non fare nulla per il suo rinnovo, anzi cosa assurda l'unica punta che è sicura di rimanere a gennaio è Meggiorini che è l'unico attaccante ad non aver segnato!!

Voto: 7

FLOP:  sono due i giocatori che ieri non mi sono piaciuti ( soprattutto per il loro atteggiamento) Cerci e Sgrigna. Tutte e due nel primo tempo sono stai indisponenti, Cerci non dando mai una mano a Darmian in fase difensiva, Sgrigna cercando inutili dribbling al rallentatore. Si riprendono un po' tutte e due nel secondo tempo, con buoni cross da parte di Cerci , e con una traversa Sgrigna che avrebbe potuto regalare la vittoria al toro!!

Voto : 5,5

Pupi
Sulla partita col Genoa leggi anche le pagelle alla pagina:

http://culturagranata.blogspot.it/2012/12/genoa-torino-1-1-le-pagelle-dei-granata.html

domenica 16 dicembre 2012

Genoa-Torino 1-1 le pagelle dei granata!


Gillet 6,5 Molto attento e concentrato tra i pali compie un intervento prodigioso su Borriello nel primo tempo e altre buone parate

Darmian 6 Gioca col freno a mano tirato e deve patire le pericolose incursioni di Vargas che dalle sue parti fa male,ma lui non si scompone e cerca di limitarlo come può

Glik 6 Tornato dopo l'incubo dell'espulsione derby, dimostra sicurezza e riesce a limitare Borriello peccato gli sfugge Granqvist in occasione del pareggio del Genoa

Rodriguez 6 Tranne una sbavatura iniziale che rischia di mettere in seria difficoltà Gillet, tiene alta la concentrazione e si dimostra un vero duro della difesa, riesce a non far mai rimpiangere uno del calibro di Ogbonna

D'ambrosio 6 Bene in fase di copertura, si propone in fase di spinta qualche volta quando può anche al cross

Vives 6 Partita di grande sostanza in mezzo al campo,bene in fase di organizzazione della manovra

Gazzi 6 Solita partita di rubapalloni e di legna in mezzo al campo

Cerci 6,5 Regala una bella prestazione condita da tanta corsa buoni dribbling e invitanti cross

Bianchi 7 La partita che i tifosi granata aspettavano da vero leader e capitano, grinta e determinazione al servizio della squadra senza dimenticare il perfetto colpo di testa che porta il Toro in vantaggio da autentico avvoltoio, partita da cuore Toro

Santana sv Si arrende dopo pochi minuti per un problema fisico

Sgrigna 6,5 Spento nel primo tempo, si fa più intraprendente nella ripresa, ha l'occasione per portare il Toro in vantaggio ma la traversa gli toglie la gioia del gol

Birsa 6 Partita con alti e bassi, pennella un cross perfetto per la testa di Bianchi in occasione dell'0-1 per i granata

Brighi 6,5 Sostituisce Birsa e va a rinforzare il centrocampo, recuperando un 'infinità di palloni e organizzando la manovra granata, riesce a dare sostanza e grande equilibrio alla squadra

DFB

Genoa vs Torino 1-1

PRIMO TEMPO:
1': Iniziato il match.
5': Girata di Borriello dal limite dell'area, si distende Gillet che blocca.
6': Santana si sposta verso il centro del campo lasciando lo spazio sulla fascia a D'Ambrosio. L'esterno granata a breve uscirà per infortunio per lasciare spazio a Sgrigna.
8': Cross dalla destra di Rossi, prova la girata Immobile, ma si immola in scivolata Glik, che stoppa così la conclusione del genoano.
8': Primo cambio nel Toro: esce Santana, entra Sgrigna.
11': Cerci si accentra e prova la conclusione a giro da fuori area: pallone fuori di poco.
14': Doppia conclusione del Genoa, prima con Borriello dal centro dell'area poi con Vargas da fuori: il Toro si salva prima con una respinta ottima di Gillet, poi con il pallone che termina sul fondo.
19': GOOOOL!! Bianchi!! Cross perfetto di Birsa e incornata del capitano, che porta in vantaggio i granata.
27': Ammonizione per Borriello, reo di fallo su Cerci.
28': Verticalizzazione del Genoa, ma ottima chiusura della difesa granata.
29': Pareggio del Genoa. Su corner dalla destra arriva il gol di testa di Granqvist, che da due passi supera Gillet.
31': Torino che riprende in mano il gioco e guadagna un calcio di punizione con Cerci, che subisce fallo da Antonelli.
32': Azione insistita del reparto avanzato del Genoa: i difensori granata però si oppongono con ordine e, recuperato il pallone, ripartono in velocità.
34': Palla tesa messa in mezzo da Vargas, D'Ambrosio spazza praticamente sulla linea di porta.
36': Cross dalla sinistra del Genoa, Rodriguez anticipa tutti di testa e devia in corner.
37': Ammonizione ai danni di Darmian per una trattenuta a gioco fermo su Immobile.
39': Alla terza occasione si riesce a battere il corner: fallo sul portiere Gillet e Torino che può beneficiare di un calcio di punizione.
39': Conclusione dalla distanza di Sgrigna: blocca Frey.
41': Ripartenza del Toro: Cerci serve un bell'assist a Vives. Conclusione dalla lunga distanza del centrocampista granata, che trova una deviazione e guadagna un corner.
41': Rapido cambio di fronte: questa volta è il Genoa a conquistare un calcio d'angolo. Sugli sviluppi dell'azione la retroguardia granata spazza l'area.
44': Bianchi riesce a crossare un pallone impossibile dalla destra, Granqvist devia in corner anticipando di un soffio Birsa.
45': Segnalati due minuti di recupero.
47': Ammonizione per Seymour e Rodriguez, dopo che si era accesa una piccola mischia.
47': Termina il primo tempo.
SECONDO TEMPO:
1': Iniziata la ripresa.
2': Segna Rossi, ma l'arbitro annulla per una netta posizione di fuorigioco del giocatore genoano.
4': Cross dalla sinistra di Vargas, incorna Immobile: blocca in tuffo alla sua destra Gillet.
6': Doppio corner per il Genoa: sul secondo tiro dalla bandierina impatta Granqvist, ma Gillet ancora una volta risponde presente.
9': Torino che risponde subito con due azioni offensive: prima una bella verticalizzazione per Cerci, poi una conclusione dalla distanza di capitan Bianchi. Pallone che però termina sul fondo.
14': Fase di gioco con rapidi capovolgimenti di fronte e squadre molto allungate.
15': Seconda sostituzione per il Torino: esce Birsa, entra Brighi.
16': Ammonizione per Vives, fallo di mano.
20': Fase di gioco in cui il ritmo è calato. Il Torino fa girare abilmente il pallone.
23': Fallo su Bianchi. Ammonizione per Moretti e punizione da buona posizione per i granata. Conclusione di Sgrigna: bella parabola, ma pallone di poco a lato.
27': Cambio nel Genoa: esce Rossi, entra Anselmo.
30': Cross di Cerci, che conquista un angolo per i granata. E' lo stesso esterno a batterlo, esce e respinge di pugni Frey.
31': Torino che guadagna due corner consecutivi e ora porta grande pressione sulla retroguardia genoana: due volte il portiere rossoblu è costretto ad uscire a respingere.
32': Si invola Sgrigna sulla fascia sinistra e prova la conclusione: blocca sul proprio palo Frey.
34': Traversa di Sgrigna! Cerci serve un assist per il numero 10 granata, che da dentro l'area prova la conclusione, che si stampa sul montante.
38': Sostituzione nel Genoa: esce Immobile, entra Said.
40': Ultimo cambio per i padroni di casa: esce Antonelli, entra Piscitella.
41': Cross dalla destra di Cerci, colpo di testa di Vives e pallone di un soffio a lato. Grande opportunità per il Toro.
44': Vives rimane a terra dopo uno scontro: problemi ad un ginocchio per lui.
45': Toro momentaneamente in dieci. Si prepara Masiello.
45': Segnalati 5 minuti di recupero.
46': Sostituzione nel Toro: esce Vives, entra Masiello.
50': Termina l'incontro: Genoa vs Torino 1-1.

Pubblicato da: www.torinofc.it

Genoa vs Torino: formazioni ufficiali




Ecco le formazioni ufficiali che scenderanno in campo a Marassi alle ore 15.00.
Genoa (3-4-3): Frey; Granqvist, Canini, Moretti; Rossi, Seymour, Bertolacci, Antonelli; Vargas, Borriello, Immobile. A disposizione: Tzorvas, Donnarumma, Melazzi, Merkel, Kranjic, Hallenius, Piscitello, Said, Al Hassan, Tozser, Anselmo. All.: Del Neri.
Torino FC (4-4-2): Gillet; Darmian, Glik, Rodriguez, D'Ambrosio; Birsa, Gazzi, Vives, Santana; Cerci, Bianchi. A disposizione: Gomis, Basha, Di Cesare, Sgrigna, Caceres, Masiello, Bakic, Sansone, Brighi, Meggiorini. All.: Ventura.

Pubblicato da: www.torinofc.it

sabato 15 dicembre 2012

MEGGIORINI

La prima domanda, che mi viene in mente pensando a questo giocatore è: "perchè Ventura si ostina a concederli così tanto spazio a discapito di gente come Sansone". Partendo, dal presupposto che noi tifosi ci siamo fatti trasportare dalle ali dell'entusiasmo per lo strepitoso inizio campionato e dovremmo, assolutamente, ricordarci che siamo una neopromossa, ritengo che stiamo facendo un campionato al di sotto delle nostre possibilità. 
Riccardo Meggiorini, venne acquistato dal Novara, dove aveva il ruolo di tenere bene in caldo la panchina e portare le borracce, per pochi soldi, durante il nostro ultimo anno di serie B. Subito, tutti i tifosi del toro storsero il naso per l' acquisto, ritenendolo folle e stupido. Insomma, ritenendolo un acquisto degno di quel braccino corto del, se si può usare questa parola perchè non si avvicina neanche lontanamente a quest'uomo, presidente Cairo. Gia, il nostro caro e amato pres. che arrivato come salvatore, in poco tempo si è dimostrato inaffidabile. Meggiorini,è stato uno dei tanti errori di Cairo, come il fatto di non avere un progetto serio e non avere voglia di investire( neanche per ragggiungere, seppur in futuro, un guadagno). 
Durante, la prima parte di questo campionato Meggiorini è stato spesso chiamato in causa e non ha mai e ribadisco mai dato un segnale positivo. Quando, un giornalista ha chiesto a Ventura il motivo dell'utilizzo di questa sottospecie di calciatore, il nostro mister ha risposto che è un attaccante che fa molto pressing sui centrocampisti avversari. Ora, io mi chiedo, utile un giocatore così, se giochi in una squadra con davanti messi o falcao, ma poco utile in una squadra con davanti Bianchi. Penso, tuttavia, che noi tifosi abbiamo chiesto un po troppo da lui e lo abbiamo spesso fischiato, fattore che demotiva sicuramente un calciatore. Noi, tifosi del toro siamo molto esigenti, questo è vero, se non sei in grado di reggere la tensione e i fischi è meglio che non vieni al Toro.  Si è oramai capito che Meggiorini(e Sgrigna e a malincuore Bianchi) non sono utili per questo toro, anzi sono sono la nostra rovina . A gennaio, quindi farei piazza pulita là davanti( tenendo assolutamente Sansone) e puntando sui nostri giocatori del vivaio e altri giovani interessanti sparsi per il mondo. 
FORZA TORO 
Alessandro C.

venerdì 14 dicembre 2012

SIAMO IN CERCA DI FUMETTISTI GRANATA!!


Stiamo cercando validi aiutanti per il miglioramento del sito, cerchiamo gente valida, con tanta forza di volontà e capace di realizzare disegni sul nostro amato Toro!
Sei capace di realizzare caricature? Vignette alla Vauro? Fumetti? Disegni artistici?
Allora sei la persona giusta per noi!!!

I disegni potranno essere realizzati anche attraverso l'utilizzo di strumenti informatici, è importante che siano pubblicabili sul blog, di conseguenza, se realizzati a mano è necessario riceverli in formato informatico e pubblicabile....



I requisiti per entrare a far parte del team di Cultura Granata sono pochi e facili:
-essere tifosi del TORO;
-Forza di volontà;
-Disponibilità a creare almeno uno-due disegni ogni 10-15 giorni.

Non garantiamo nessuna paga o salario ma offriamo l'inizio di una collaborazione su un sito che sta crescendo settimana dopo settimana...
Per proporsi basta inviare un e-mail all’indirizzo: rivoluzionegranata@yahoo.it con il vostro nome, la vostra età, la vostra disponibilità e magari qualche vostra idea per arricchire Cultura Granata. Sempre per info contattateci tramite e-mail e cercheremo di chiarire ogni vostro dubbio.

Il Team di Cultura Granata

giovedì 13 dicembre 2012

Aiuto!!


Siamo alla vigilia della diciasettesima del girone di andata e il Toro già si trova davanti ad un muro altissimo assolutamente da scavalcare senza farsi male, altrimenti inizierà una vera e propria via crucis verso una disperata salvezza  o una tristissima, ennesima retrocessione con il suo carico angosciante di rovinosi disastri futuri. Il muro ha un nome: Genoa! Sappiamo tutti quanta ansia ci crea sapere di dover affrontare nella sua tana questa formazione diventata nostra acerrima nemica di recente. Oltretutto anche il vecchio Grifone ha problemi enormi, forse più grandi dei nostri e per Del Neri si tratta dell'ultima chance accordatagli da Preziosi. A proposito del patron del Genoa c'è da dire che saprà sicuramente intervenire a gennaio per migliorare la rosa di giocatori a disposizione dell'eventuale nuovo Mister, agendo rapidamente sul mercato nel tentativo di allestire una nuova squadra in grado di risalire la classifica deficitaria attuale. Su questo argomento mi piacerebbe sapere il parere dei tifosi granata ( quanta ironia sono costretto a mettere in queste parole ahimè!). Temo infatti che il nostro presidente non aprirà, una volta per tutte, il portafoglio per portare a Ventura un esterno sinistro basso degno di questo nome, un centrocampista con grandi doti tecniche e organizzative, una punta rapida in grado di fare quei movimenti dietro la punta centrale che servono per aprire le difese avversarie e a non vanificare il grosso lavoro di rottura di Bianchi. Basta esterni alti  di cui siamo stracolmi. Passiamo al 433 o addirittura al 4411 che si addicono di più a chi cerca il gol, spostando il possesso palla venti  metri più avanti e non ancorato ai quattro difensori che non troveranno mai gli sbocchi necessari per iniziare manovre insidiose. Aiuto! La nostra organizzazione di gioco che ci ha permesso di salire di categoria ora sta diventando una gabbia dalla quale non escono palloni giocabili per le punte in quantità necessaria perchè almeno in proporzione di uno su quattro di questi palloni possa gonfiare la rete avversaria.

Fulvio 

mercoledì 12 dicembre 2012

CERCASI COLLABORATORI!


Stiamo cercando validi aiutanti per la gestione del sito, cerchiamo gente valida, con tanta forza di volontà e disposta a scrivere articoli sul nostro Toro!

I requisiti per entrare a far parte del team di Cultura Granata sono pochi e facili:
-essere tifosi del TORO;
-Forza di volontà;
-Disponibilità a scrivere almeno uno-due articoli ogni 10-15 giorni;
-Capacità di scrivere correttamente in italiano brevi articoli;
-Conoscenza dei principali social network.
Non garantiamo nessuna paga o salario ma, tramite i vostri articoli, potrete farvi conoscere e iniziare un lungo cammino di giornalismo sportivo anche per il futuro.
La nostra idea è quella di creare una redazione di almeno 7-8 tifosi-giornalisti per realizzare un sito a forti tinte granata.
Per proporsi basta inviare un e-mail all’indirizzo: rivoluzionegranata@yahoo.it con il vostro nome, la vostra età, la vostra disponibilità e magari qualche vostra idea su nuove rubriche per arricchire Cultura Granata. Sempre per info contattateci tramite e-mail e cercheremo di chiarire ogni vostro dubbio.

Il Team di Cultura Granata

lunedì 10 dicembre 2012

TORO-MILAN: TOP & FLOP


Analisi del migliore e del peggiore nella disastrosa sconfitta di ieri per 4-2 contro il Milan.

TOP: l'unico a salvarsi nel disastro collettivo di ieri è stato Santana. Fin dall'inizio l'esterno argentino dimostrava di esser in ottima giornata, con gran corsa e due tiri da fuori. Abbandona spesso il ruolo di ala per accentrarsi visto le poche palle che arrivano per gli esterni , con un suo pressing fa sbagliare Nocerino, lui ne approfitta e con freddezza va a segnare!! 

Voto : 6,5

FLOP: sarebbero tanti i flop di ieri ( cerci, Meggiorini, ogbonna ecc) ma chi è stato disastroso è Gillet. Compie due errori incredibili, il primo smanacciando un cross sulla testa di Nocerino che poi segnerà a porta vuota, il secondo non trattenendo un cross rasoterra consegnando ad El Sharawy il pallone per il 4-1.

Voto: 3

Ora la classifica fa davvero paura, le prossime due partite saranno due scontri "drammatici" contro Genoa e Chievo, se la squadra non tornerà quella delle prime giornate sarà durissima ottenere la salvezza 

Pupi

Sulla partita col Milan leggi anche le pagelle alla pagina:

http://culturagranata.blogspot.it/2012/12/torino-milan-2-4-le-pagelle-dei-granata.html

e l'analisi post partita alla pagina:

http://culturagranata.blogspot.it/2012/12/toro-milan-cambiano-gli-avversari.html

domenica 9 dicembre 2012

Toro-Milan cambiano gli avversari eccellenti (Roma,Fiorentina,Juventus) ma la musica è la stessa.


Che tristezza per me parlare degli arbitraggi. Ma che posso fare? Gli episodi che mi hanno lasciato amarezza sono (a parte il gol di Pazzini) tre. Il primo è stata l'ammonizione ingiustificata a Darmian. Mi è sembrato in quel caso tanto esagerato punire un quasi fallo con un cartellino giallo a detta perfino dei commentatori mai teneri nei nostri confronti, un avvertimento nei confronti del nostro bravissimo difensore del tipo: "attento che sei in dirittura per il doppio cartellino e quindi l'espulsione". Oltretutto ammonizione, comminata nei primi minuti del match, e quindi condizionante per il proseguo della prestazione di Darmian. Il secondo è stato la mancata segnalazione della posizione di netto fuorigioco di Pazzini nel primo tempo che, se l'attaccante avesse approfittato  del regalo, srebbe stata un'ingiustizia enorme. Il terzo episodio che mi ha confermato tutti i dubbi che nutro riguardo all'equità dei giudizi da parte degli arbitri nei confronti delle squadre senza peso, diciamo così politico, nell'ambito della lega, è stato quando ho visto Bianchi fallire una ghiotta occasione a tu per tu con il portiere perchè chiaramente sbilanciato da una vistosa trattenuta. Rigore? Macchè, niente. Tralascio il mani di Ambrosini nell'area piccola perchè sarebbe un eccesso di vittimismo. Capito signori del Toro che per vincere contro i cosiddetti grandi bisogna far parte del loro ristretto club? Così può capitare che per dare un po' di pepe ad un campionato che ha bisogno di essere rivitalizzato, è possibile dare un rigore inesistente contro la Juventus di Agnelli ma solo se sei il Milan di Berlusconi. Che tristezza! Anche perchè tutto questo mi ha distolto da quello che avrei voluto fare e cioè una considerazione tecnica sul modo di vedere il calcio da parte di Ventura. Vale a dire: avete visto che quando per cause indipendenti allo svolgimento tattico dell'incontro e cioè quando sul 4 a 1 il Milan ha rifiatato (tanto ci pensa l'arbitro) i granata hanno buttato il cuore oltre l'ostacolo e sono piovute dalle parti di Bianchi tre occasioni pulite il gol è arrivato?  La prima di piede è stata vanificata dalla trattenuta sul nostro bomber; la seconda di testa, su cross da sinistra, è stata fallita e la terza su traversone preciso, addirittura di destro, di Birsa ed è stato gol del capitano. Anche molto bello. Temo di farvi venire la nausea ma sono sempre più convinto che con doppio centravanti e due ali i rifornimenti lassù arrivano con il contagocce. Oltretutto uno dei due centravanti (Meggiorini) deve fare il mediano aggiunto e all'altro non vengono date adeguate chance. Gazzi è commovente nel suo dannarsi sulle tracce di tutti i centrocampisti avversari e oggi si chiamavano Nocerino, De Jong ed Emanuelson e Robinho che si muoveva a tutto campo dietro le punte, aiutato da un frastornato Basha. E che dire di una difesa che sta perdendo il super apporto di un Ogbonna sempre più lontano dal progetto granata. I sette gol in due partite, comunque siano venuti, sono un macigno difficile da rimuovere.

Fulvio

Sulla partita col Milan leggi anche le pagelle alla pagina:
http://culturagranata.blogspot.it/2012/12/torino-milan-2-4-le-pagelle-dei-granata.html

Torino-Milan 2-4 le pagelle dei granata!!


Gillet 4,5 Giornata da dimenticare, imperfetto sul gol del 2-1 di Nocerino, errore grave sul gol di El Sharaawy si fa sfuggire il pallone dalle mani in modo banale

Darmian 5 Soffre le scorribande di El Sharaawy e di De Sciglio, davvero un pomeriggio di sofferenza

Di Cesare 5 Sembra l'anello debole della difesa granata, Robinho lo salta facilmente in occasione del gol del pareggio

Ogbonna 5,5 Leggermente meglio del compagno di reparto, ma si deve arrendere pure lui agli attacchi rossoneri

S Masiello 5 Anche lui dalle sue parti va in difficoltà, soprattutto in occasione del gol di Pazzini, ma la difesa granata oggi dov'era?

Basha 6 Si arrangia come può tra i mastini del centrocampo rossonero

Gazzi 6 Il solito lottatore di centrocampo alla ricerca di caviglie da mordere, nel secondo tempo deve alzare bandiera bianca

Cerci 5 Partita anonima appare svogliato e fuori dal gioco

Bianchi 6 Lotta come può e trova il gol nel finale ma non è troppo tardi ?

Meggiorini 5 Un'altra prova nell'anonimato, forse qualche altro attaccante avrebbe dato oggi maggiori garanzie

Santana 6,5 Approfitta dell'errore di Nocerino e segna un gol che sarà quello dell'illusione troppo bello per essere vero, comunque sicuramente il migliore dei granata

Birsa 6 Sicuramente più in palla di Cerci, dall'inizio avrebbe fatto bella figura

Sansone sv

Verdi sv

DFB